Johann Zarco

Johann Zarco si offre come tester: “Posso parlare con tutti”

Johann Zarco non ha alternative valide per il 2020. Pur di restare in MotoGP si offre come collaudatore: "Possono parlare con tutti".

23 agosto 2019 - 9:00

Johann Zarco è l’argomento del giorno nel giovedì di conferenza stampa a Silverstone. Il paddock si interroga sul futuro del francese, che ha rinunciato ad un anno di contratto con KTM, e ad un super ingaggio, anche a rischio di restare a piedi. “Una decisione rischiosa” per la sua carriera, ma ha dimostrato coerenza e coraggio come nessun altro, disposto a tagliare una situazione poco gratificante, sia sportivamente che psicologicamente. “Faccio il miglior lavoro del mondo, se non riesco a farlo con un sorriso, allora devi agire”.

L’idea di recidere il contratto ronzava  da almeno due mesi, l’immutabilità della situazione dopo la pausa estiva ha spinto alla scelta finale. “Ho trascorso una buona settimana a casa, non ero molto occupato. Certo, ho corso un rischio perché, per il momento, non posso correre in MotoGP l’anno prossimo. Ma almeno mi sono tolto un peso dalle spalle. La cosa più importante è che mi sono sentito bene con me stesso“, ha proseguito Johann Zarco. “Ho preso una decisione difficile, ma non credo che sia sbagliata. Soprattutto per la mia salute”.

Correre senza troppe pressioni potrà essere di grande aiuto nelle restanti otto gare. Sia per lui che per la KTM che ha creduto in lui. “Farò del mio meglio per fornire quante più informazioni possibili. Anche se non continuerò l’anno prossimo, contribuirò a migliorare il progetto“, ha promesso Zarco. “È anche un modo per migliorare me stesso e continuare a imparare“. Adesso l’entourage del pilota dovrà trovare una soluzione per il 2020. Con i posti praticamente blindati fino alla fine del prossimo anno l’unica alternativa valida è offrirsi come collaudatore per un team della classe regina. “In questo modo potrei compiere molti giri su una MotoGP e prepararmi a tornare forte in futuro“. Al momento non ci sono ancora contrattazioni: “Posso parlare con tutti e vedere cosa è meglio per me“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo e Johann Zarco “gemelli diversi”

Andrea Iannone

Aprilia brilla ad Aragon. Andrea Iannone: “Sarà una buona occasione”

Red Bull Rookies Cup: Billy van Eerde vince Gara 1 ad Aragón