Fabio Quartararo

Fabio Quartararo boccia il motore 2020: “Non voglio far arrabbiare nessuno”

Fabio Quartararo non è pienamente soddisfatto del nuovo motore Yamaha: "Meglio con la vecchia moto, ma non voglio far arrabbiare nessuno".

26 novembre 2019 - 21:16

La pioggia ha ostacolato la seconda giornata di test MotoGP a Jerez, ma Fabio Quartararo ha potuto compiere alcuni giri con il nuovo motore 2020. 26 laps in totale per il francese del team Yamaha Petronas SRT, che chiude con il 5° crono e un ritardo di 153 millesimi da Marc Marquez. Sulla pista bagnata del pomeriggio ha compiuto appena cinque giri per sondare le sensazioni con il nuovo quattro cilindri in linea e accertarsi che tutto funzionasse al meglio. “Non era necessario guidare e correre il rischio di una stupida caduta“.

Le prime impressioni sulla nuova specifica di motore non sono totalmente positive. Sicuramente è un ulteriore passo avanti rispetto alla precedente edizione, ma non basta per sperare di poter rincorrere le rivali sui rettilinei. “Dobbiamo ancora lavorare sull’erogazione del gas che sembra diversa dal vecchio motore. Ovviamente sappiamo anche di cosa abbiamo bisogno: la massima velocità. Penso che sia chiaro a tutti. Dobbiamo fare più giri, quello era in realtà il piano per oggi. Ma nel complesso, abbiamo fatto un buon lavoro“. Cambiano le prestazioni, il motore sembra più fluido in accelerazione: “Difficile da spiegare, si capisce meglio dai miei dati“, ha aggiunto Fabio Quartararo. “Ma non ci sentiamo bene come con la vecchia moto, dobbiamo lavorarci su. Certo, le mie dichiarazioni alla Yamaha sono più precise di quelle che posso farvi. Non voglio che le persone si arrabbino con me, soprattutto sul retro del garage“.

Il rischio concreto è che Yamaha si presenti ai nastri di partenza con un motore che in realtà non soddisfa le richieste di nessuno dei suoi piloti. Non è totalmente soddisfatto Vinales, né Valentino, ora neanche Fabio Quartararo. “La cosa più importante è il ritmo e quello lo abbiamo. La cosa più importante che posso dire è lavorare sull’erogazione del gas, che è davvero importante per il mio feeling“. Infine un pensiero a Marc Marquez che domani verrà operato a Barcellona: “Ogni volta che sei dietro Marc puoi imparare qualcosa. Spero guarisca presto e che ritorni il prima possibile“.

2 commenti

KARAMELLA
23:14, 26 novembre 2019

Speriamo ke MARQUEZ e DOVIZIOSO si RITIRINO come LORENZO così la YAMAHA VINCERÀ di SICURO

KARAMELLA
23:13, 26 novembre 2019

Speriamo ke MARQUEZ e DOVIZIOSO si RITIRANO come LORENZO così la YAMAHA VINCERÀ di SICURO

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”