Casey Stoner ex rivale di Valentino Rossi

Casey Stoner: “Rossi non è troppo vecchio, può puntare alla vittoria”

Casey Stoner parla dell'ex rivale Valentino Rossi: "Non è troppo vecchio per puntare alla vittoria. Ritiro? Ha sempre le idee molto chiare".

6 dicembre 2019 - 14:41

Casey Stoner ha scosso il mondo del motorsport qualche giorno fa, durante il podcast australiano Rusty’s Garage. L’ex bicampione della MotoGP ha ammesso in pubblico di soffrire di sindrome da affaticamento cronico, un problema di salute che gli sta cambiando radicalmente la vita. Un malessere cronico e di lungo periodo che viene aggravato da ogni minimo sforzo fisico, compromettendo il corpo e causando disfunzioni cognitive. Una nuova cura farmacologica sembra sortire qualche effetto positivo, ma nulla che possa garantirgli il ritorno ad una vita normale.

Sui social le sue dichiarazioni sono state prese un po’ alla leggera e con derisione. Del resto resta ancora viva l’acerrima rivalità con Valentino Rossi. Celebre la sua frase contro il Dottore al termine della gara di Jerez 2011: “La tua ambizione supera il tuo talento“. In quella occasione il pilota di Tavullia correva sulla Ducati. Aveva tentato un sorpasso su Casey Stoner, ma la Desmosedici perse aderenza e nella caduta centrò in pieno la Honda dell’avversario. I marshall soccorsero solo Valentino aiutandolo a ripartire, mentre l’australiano imprecava contro i commissari. Al termine della gara Valentino Rossi andò a scusarsi con Stoner, che però grondava ancora rabbia per l’accaduto.

Oggi il tempo ha fatto il suo corso e gli animi si sono placati. “Non credo che Rossi sia troppo vecchio – ha detto Casey nel corso del programma televisivo -. Penso che possa ancora lottare per i posti migliori e mi piacerebbe vederlo più spesso in lotta per la vittoria. Non so se cambia l’approccio quando le cose cambiano. Ma ha sempre avuto idee molto chiare e qualunque cosa decida, sarà felice della sua decisione“. Al termine della sua conversazione l’ex campione si volge a guardare il suo passato senza rimpianti. “Alcune persone se si guardano indietro farebbero alcune cose diversamente. Potrei cambiare alcune cose che ancora oggi mi danno fastidio. Ma sinceramente non lo farei, perché mi hanno portato dove sono oggi. Non posso essere più felice“.

 

1 commento

fabu
18:12, 6 dicembre 2019

nella caduta centrò in pieno la Honda dell’avversario?
o nella caduta la Honda centro in pieno la Ducati dell’avversario.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

masia moto3

Moto3, Barcellona: Jaume Masiá all’ultimo nelle FP2, quante cadute

MotoGP, Francesco Guidotti

MotoGP, Guidotti: “Nessuna certezza sull’incidente di Bagnaia”

sam lowes moto2

Moto2, Barcellona: Sam Lowes detta il passo nelle FP1, segue Marini