Kenny Roberts

Calendario MotoGP ridotto: nel 1980 si corsero 8 Gran Premi

La stagione 2020 MotoGP potrebbe ridursi a poco più di una decina di GP. Nel 1980 la classe 500 venne ridotta a 8 gare questioni diverse dal Coronavirus.

4 aprile 2020 - 10:21

L’inizio di stagione MotoGP verrà posticipato all’inizio della stagione estiva, se tutto procede per il meglio. Carmelo Ezpeleta inizia a fare i conti con un campionato ridotto a poco più di una decina di Gran Premi. Uno scenario che fa tornare alla mente quanto avvenuto nel 1980, con la classe 500 ridotta a sole otto gare. All’epoca non c’era un’emergenza sanitaria, ma questioni di carattere economico ed ambientale.

La partenza era prevista il 23 marzo in Venezuela, dove si correva già da tre anni sul tracciato di San Carlos. Un mese prima la Federazione venezuelana inviò un fax alla FIM dicendo che occorrevano 520mila dollari. Una somma impossibile da racimolare con i proventi dei biglietti, visto che il pubblico era ridotto. “Per i motivi prima esposti la FMV si è vista costretta a rinunciare al suo GP 1980“.

L’esordio, come ricorda l’edizione odierne de ‘La Gazzetta dello Sport’, slittò a domenica 27 aprile, al Salzburgring in Austria. Stavolta fu la neve a costringere ad annullare il Gran Premio, dato che si depositarono ben 70 cm di coltre bianca. L’inizio del Mondiale scivolò dunque all’11 maggio a Misano. Seguirono le tappe di Jarama (Spagna), Paul Ricard (Francia), Assen (Olanda), Zolder (Belgio), Imatra (Finlandia), Silverstone (Inghilterra). In seguito anche il GP d’Austria, inizialmente posticipato a fine agosto, fu annullato. La stagione 1980 si concluse al Nurburgring, in Germania, il 24 agosto.

Per la terza volta di seguito a conquistare il mondiale fu Kenny Roberts. Per il terzo anno di seguito, il titolo costruttori rimase alla Suzuki. A distanza di quaranta anni gli scenari sono cambiati radicalmente. Gli introiti sono lievitati a dismisura, in gioco c’è qualche centinaia di milioni di euro. Per il momento Carmelo Ezpeleta ha blindato i team privati con un assegno trimestrale da 750mila euro. In attesa di conoscere futuri sviluppi.

Seguici anche su Instagram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2, GP Qatar 2020

Moto2 e Moto3, chi sono i favoriti nel 2020?

MotoGP Aprilia brake cover

MotoGP, la tecnica: l’evoluzione dello stile di frenata (parte 1)

Espargaro KTM MotoGP

MotoGP, KTM riparte: test a Spielberg con Espargaró e Pedrosa