Cal Crutchlow

Cal Crutchlow, il podio un anno dopo il grave infortunio

Dal grave incidente al secondo posto in gara. Cal Crutchlow scaccia i fantasmi di Phillip Island con il terzo podio stagionale.

28 ottobre 2019 - 17:41

Nel 2018 Cal Crutchlow era in ospedale con multiple fratture ad una caviglia, nel 2019 è sul secondo gradino del podio. La sua carriera poteva finire un anno fa a Phillip Island, invece arriva una bella ricompensa per tutti gli sforzi compiuti da quel momento. Dimenticati così i cattivi pensieri che hanno accompagnato l’arrivo del britannico in Australia. “Non avevo mai ripensato ad altri incidenti, ma questo mi ha perseguitato per un anno.”

Nel 2016 Crutchlow aveva trionfato in Australia. Un circuito unico del quale il pilota di Coventry aveva bei ricordi, fino all’anno scorso. Il botto ad alta velocità nel corso delle prove libere aveva portato ad un’importante infortunio ed una lunga riabilitazione. “Sto imparando di nuovo a correre” aveva detto l’alfiere LCR Honda Castrol durante i test svolti dell’inizio della stagione 2019. Il secondo posto, ‘regalato’ dalla caduta di Viñales all’ultimo giro, gli permette di lasciarsi definitivamente alle spalle quell’incidente.

“Di solito non mi importa dei precedenti incidenti” ha detto Cal Crutchlow. “Questo però… Mi sentivo spaventato e preoccupato. Salire sul podio proprio in occasione questo Gran Premio è stato bello. Negli ultimi cinque giri ho dovuto gestire la gomma posteriore, poi è arrivata la pioggia! Devo comunque ringraziare tutta la squadra per una moto che mi ha permesso di mantenere un gran ritmo. Siamo stati fortunati con la caduta di Maverick, ma tutto il team LCR Honda Castrol si meritava il podio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Sul motore servono gli ingegneri giusti”

kasma daniel kasmayudin moto2

Moto2: SAG Team, cambio di rotta. Arriva Kasmayudin nel 2020

Valentino Rossi e Fabio Quartararo

Quartararo, Petrucci, Rossi: a Valencia sarà sfida a tre