Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: “Vittoria di Petrucci utile per il contratto”

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci formeranno la line-up Ducati anche per il 2020. Previste quattro moto ufficiali, aria di ballottaggio Miller-Márquez.

5 giugno 2019 - 9:52

Dopo anni di lotte intestine Ducati ha trovato una coppia di piloti capace di convivere in totale armonia. Andrea Dovizioso ha dovuto fare i conti prima con Andrea Iannone nel 2015-2016, poi con Jorge Lorenzo nel biennio successivo. Verso la fine del 2018 i vertici di Borgo Panigale sono dovuti intervenire per ricordare che gli interessi dell’azienda venivano priva di quelli personali. Ma ormai il dado era tratto e lo spagnolo sarebbe presto passato alla Honda.

La dedica di Danilo Petrucci nel post Mugello è un qualcosa di eccezionalmente raro nella storia di uno sport individuale come la MotoGP. Il ternano non può scindere la carriera sportiva dalla vita privata, trovando in Dovizioso un vero amico che lo ha “adottato”, sia in allenamento che nel tempo libero. Sono in tanti a chiedersi quanto durerà questa bella favola, ma sarà solo il tempo a dirlo. Entrambi sono accomunati da una grande passione, il motocross: “Ogni volta che andiamo in pista o in motocross insieme, prendiamo anche un certo rischio. Ma direi che paga. Danilo e io veniamo entrambi dal motocross. Siamo quindi abbastanza veloci e possiamo pretendere l’un l’altro, anche con la pista piatta. Penso che possa aiutare entrambi“.

DUCATI 2020 A QUATTRO PUNTE

In casa Ducati vanno cauti sul rinnovo di ‘Petrux’, ma con il passare dei giorni ogni tassello s’incastra in un disegno di continuità. Il successo del Mugello mette Danilo in pole per continuare al fianco del forlivese, situazione non troppo scontata dopo le prime gare. La stagione è iniziata con un 6°-6°-6° che dava adito alle ambizioni di Jack Miller, ma l’ultimo round in Italia ha quasi messo fine definitivamente al mercato interno Ducati. L’australiano del team Pramac ha ammesso a chiare lettere che proseguirà nella squadra satellite, cercando di meritarsi una GP20 con specifiche identiche a quella dei piloti ufficiali. A Pecco Bagnaia, come da contratto, verrà concessa una moto ‘factory’, quindi si prevede un attacco a quattro punte.

Di conseguenza sembrano chiuse le porte ad un tanto chiacchierato arrivo di Alex Márquez, sebbene Jack Miller, con un contratto in scadenza a fine anno, dovrà ora meritarsi la riconferma nel team Pramac, per allontanare la suggestione di avere il fratello del pluricampione. Ne sapremo di più dopo il GP di Barcellona? “Per quanto ne so il contratto con Danilo non è ancora stato firmato” ha spiegato Andrea Dovizioso. “La Ducati al momento può aspettare. Ma questa gara del Mugello avrà sicuramente molta influenza sulla decisione“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pecco Bagnaia in Catalunya

MotoGP, Zarco preoccupa Bagnaia: “Se vince va nel team ufficiale”

motogp catalunya sky sport

MotoGP: Orari del 26/09 a Barcellona, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8

lcr honda motogp

MotoGP, Barcellona: Positivo un membro HRC nel team LCR Honda