Alex Marquez

Alex Márquez: “Nessun posto in MotoGP, all’80% resto in Moto2”

Alex Márquez, vincitore delle ultime tre gare in Moto2, sogna di poter raggiungere suo fratello Marc in MotoGP: "Ho il 20% di possibilità".

28 giugno 2019 - 9:23

Alex Márquez era tra i protagonisti della conferenza stampa del giovedì ad Assen. Vincitore delle ultime tre gare di Moto2, ha strappato la leadership del campionato a Lorenzo Baldassarri. Il sogno è passare in MotoGP dal prossimo anno, ma se non uscissero posizioni interessanti si dice pronto a restare un altro anno con Marc VDS. L’obiettivo è vincere il suo secondo Mondiale e arrivare in classe regina con tutti i requisiti a posto.

Dopo 25 gare senza vittorie, Alex Márquez ne ha vinte tre consecutive. Cosa è successo? “Un po’ di tutto. Sbagliavo io, un problema alla moto, c’era sempre qualcosa che non andava. Il momento chiave è arrivato a Jerez – ha spiegato a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Ho fatto tutto il weekend andando forte, poi in gara è successo quello che è successo [incidente al via, ripartito ultimo dai box e fuori dai punti, n.d.r.], ma lì ho trovato quella fiducia che mi sono portato dietro a Le Mans e poi al Mugello ed al Montmeló“.

Dalla sua parte c’è il fratello Marc, compagno di allenamenti. C’è grande curiosità nel vederli insieme in MotoGP, ma il rischio è vincere l’iride e ritrovarsi costretto alla permanenza in Moto2 per mancanza di posti disponibili per il 2020. “In questo momento le percentuali sono 80-20 per restare in Moto2. Il sogno MotoGP c’è, ma ci sono pochi posti disponibili. Ci vogliono una buona moto e la squadra giusta, il rapporto umano per me è fondamentale“. Il suo manager Emilio Alzamora ha contattato il team Pramac Racing, ma la riconferma di Miller sbarra ogni possibilità. “Ho letto che Ducati dovrebbe tenere Petrucci, se lo merita, sta facendo un anno incredibile, e confermare Miller in Pramac. Quindi non ci sarebbero posti“.

L’attenzione resta focalizzata sulla stagione di Moto2, alla sfida con Lüthi e Baldassarri. Serve velocità, costanza e lavoro: Alex Márquez è ad un passo dal sogno di poter correre con suo fratello Marc nella stessa classe. “Devi essere cosciente dei tuoi obiettivi, senza concentrarti su qualcuno che ha vinto tantissimi Mondiali e che non puoi pensare di battere. Volessi provare a imitare il Marc del primo anno, non finirei una gara“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, il box Tech3 di Miguel Oliveira

MotoGP, caos in casa KTM: Red Bull vuole separarsi da Tech3

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Pecco dimostra che Ducati è veloce ovunque”

moto3 motoe simoncelli

Paolo Simoncelli: “Orgoglio Casadei. Antonelli? In questo momento è fragile”