MotoGP, Aleix Espargaro

Aleix Espargarò: “Strano rivedere Jorge Lorenzo dopo l’addio”

Aleix Espargarò punta al podio con la nuova RS-GP nella stagione 2020 di MotoGP. E su Jorge Lorenzo: "Dopo l'addio strano rivederlo in Yamaha".

18 febbraio 2020 - 7:03

Dopo dieci stagioni in MotoGP Aleix Espargarò crede di avere finalmente la moto giusta per ambire al podio. Ha mantenuto calma e fiducia in Aprilia dal 2017, finalmente la nuova RS-GP sembra il prototipo adatto per compiere il salto di qualità tanto atteso. Motore V4 a 90°, aerodinamica studiata in galleria del vento, telaio ridisegnato sono solo alcuni dei punti salienti della “rivoluzione” compiuta dalla Casa di Noale. Diversi i vantaggi di questa configurazione del motore, sia per quanto concerne la coppia motore, sia nel design più compatto, un baricentro più abbassato con conseguente guadagno in termini di grip e stabilità.

Aprilia può ancora beneficiare delle concessioni e nel corso dell’anno potrà lavorare su questo motore giovane per elargire ancora più potenza. “Nel test siamo rimasti con il motore abbastanza basso – ha spiegato Aleix Espargarò a Radio Marca -, girando a un numero di giri inferiore a quello possibile. A differenza della Honda, la nostra moto gira di più, con più stabilità nella curva. Ma, all’uscita delle curve lente, forse la Honda è la migliore in termini di accelerazione. Ha molta potenza dal basso. Con Aprilia soffriremo perché è il nostro punto più debole“.

L’IDEA DEL RITIRO E IL RITORNO DI LORENZO

Forse la RS-GP non è ancora pronta per ambire ad una vittoria in MotoGP, ma adesso è lecito sognare. “Penso che saremo più vicini alla lotta per il podio. Nelle gare l’affidabilità è molto importante. Le moto giapponesi non falliscono. Sognare è già molto“, ha aggiunto lo spagnolo di Aprilia. Fino a pochi mesi fa non ha nascosto l’idea di volersi ritirare alla fine del 2022. Con una moto così competitiva il 30enne di Granollers potrebbe cambiare idea. “Sono ancora giovane, ma ho altri obiettivi nella mia testa, ho una famiglia con cui voglio passare più tempo. In Aprilia ho sofferto molto per 3-4 stagioni, senza vedere alcun cambiamento. Quest’anno c’è stato un enorme rivoluzione e penso che potremo fare un paio di stagioni competitive con Aprilia“.

Ad Aleix Espargarò viene chiesto anche un parere sul ritorno in pista di Jorge Lorenzo in veste di collaudatore MotoGP. “Dopo l’addio di Valencia, sembra un po’ strano rivederlo con un altro marchio. Ora dice che torna, diventa strano per tutti. Ma non sarò io a decidere la vita di altri. Se Jorge si sente meglio con Yamaha e decide di tornare, sono sicuro che con una Yamaha sarà un pilota difficile da battere“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Carmelo Ezpleta

MotoGP, Carmelo Ezpeleta: “Forse non ci sarà nessun Mondiale”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Splendida la rivalità con Casey Stoner”

ilmor x3 motogp

MotoGP: La meteora Ilmor X3 e gli X-Men