MotoGP, Valentino Rossi a Misano 2019

MotoGP, Valentino Rossi: “In Yamaha molte cose sono cambiate”

Il Dottore punta a ritrovare il giusto feeling con la YZR-M1. I buoni risultati sarebbero la migliore risposta a chi non crede più in lui.

27 maggio 2020 - 8:43

Il mercato piloti entra nel vivo con la firma di Jack Miller per Ducati, manca adesso l’annuncio di Valentino Rossi con Petronas. Dovrà fare buon viso a cattivo gioco, in un team satellite che non sembra troppo entusiasta di averlo tra le proprie fila. Per adesso il Dottore è concentrato solo sulla preparazione, con l’obiettivo di arrivare alla prossima stagione MotoGP e rispondere con i risultati. Sarebbe il migliore schiaffo morale a chi non crede più in lui. “Dobbiamo essere più competitivi“, ha dichiarato Valentino Rossi. La nuova M1 lo rende fiducioso e i suoi colleghi Vinales, Quartararo e Morbidelli lo ispirano ad alzare l’asticella.

PREPARAZIONE AL MONDIALE

Ci sono gli ingredienti per fare bene, peccato che la stagione MotoGP sia contrassegnata dall’emergenza Coronavirus.  “È stato completamente vietato allenarsi per due mesi, quindi non sono mai stato in moto, nemmeno per l’allenamento“, ha detto Valentino Rossi a MotoGP.com. “Possiamo allenarci in moto, specialmente nel ranch ma anche su alcune piste di motocross nella regione. Il ritorno è stato fantastico“. Dopo i primi giri su pista a Misano il Dottore è tornato sullo sterrato, al Crossodromo La Ginestra Fermignano. Serve pazienza prima di rimettersi in sella alla Yamaha YZR-M1, la data prevista è il 15 luglio per la giornata di test a Jerez prima del Gran Premio. Prima di quella data potrebbe arrivare la firma con Petronas SRT. Per il momento continuano serrate le trattative tra il pesarese e la casa di Iwata, prima della firma chiede garanzie tecniche.

FIDUCIA IN YAMAHA

Nella stagione MotoGP 2019 ha patito troppo l’usura della gomma posteriore, ma da quest’anno può contare su nuove soluzioni di elettronica e una gomma Soft che potrebbe porgere un grande aiuto. “Nella seconda metà dell’anno scorso, i miei risultati non erano quelli che ci aspettavamo. Dobbiamo essere più forti e più veloci – ha aggiunto Valentino Rossi -. Abbiamo perso un po’ la nostra competitività e il feeling generale con la moto. Con un paio di nuove persone ai box, incluso il nuovo capo dell’equipaggio, dobbiamo cercare di tornare in cima ed essere competitivi. Questo è l’obiettivo“. I cambiamenti interni alla Yamaha danno fiducia al nove volte iridato, il motore ha guadagnato potenza sui rettilinei. “I test invernali non sono stati poi così male. In Yamaha molte cose sono cambiate dalla fine della stagione precedente… Se Yamaha lavora al 100 percento, possono offrire una moto vincente“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Stefan Bradl tester MotoGP

MotoGP, Honda conferma i test a Misano per fine agosto

Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, papà Graziano: “Valentino Rossi vuole chiudere vincendo”

MotoGP, Diego Gubellini e Fabio Quartararo

MotoGP, Diego Gubellini: “Il calendario non avvantaggia Fabio Quartararo”