MotoGP, Razlan Razali

MotoGP, team SRT: i nuovi programmi di Razali e Stigefelt

Dalla prossima stagione MotoGP il team SRT avrà un nuovo title sponsor. Occhi puntati su Darryn Binder. Bezzecchi andrà in Ducati, manca il secondo pilota.

15 agosto 2021 - 19:37

Petronas SRT ha urgenza di pianificare il futuro dopo l’abbandono del main sponsor Petronas al termine di questa stagione MotoGP. Un fulmine a ciel’ sereno per la scuderia di Razlan Razali che ora va alla ricerca di nuovi partner commerciali e dovrà rinunciare ai team Moto2 e Moto3. La giornata di ieri era iniziata con il comunicato del Sepang International Circuit, proprietario ancora per poco, del Sepang Racing Team, che ufficializzava la fine dell’accordo di sponsorizzazione col gigante petrolifero malese.

Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ a breve anche il circuito della Malesia non sarà più proprietario del team. Dal prossimo Mondiale MotoGP la squadra sarà gestita personalmente da Razlan Razali e Johan Stigefelt, attualmente team principal e direttore del team. Non solo sponsor, si cercano anche due piloti all’altezza. Il primo nome è quello di Darryn Binder, promosso dalla Moto3. Il secondo non è ancora sicuro: si pensa al turco Toprak Razgatlioglu, ospite nel box Yamaha in questo week-end austriaco. Una presenza già programmata che non lascia preludere a nulla di certo. Almeno per il momento.

In merito al title sponsor nelle ultime ore avanza a grandi falcate l’interessamento di WithU, già presente su carene e tute di Valentino Rossi e Franco Morbidelli, che però vorrebbe un pilota italiano. Non sarà della partita Marco Bezzecchi che salirà in MotoGP con la Ducati del team Aramco VR46. Quindi le trattative sono ancora in corso. Andrea Dovizioso è una ipotesi ormai da scartare: per il forlivese le porte della classe regina resteranno chiuse per il 2022 e quindi definitivamente.

Per i tuoi massaggi Thai

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Valentino Rossi non si arrabbia più”

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V