MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

Razlan Razali fiducioso di proseguire l'avventura in MotoGP con Yamaha fino al 2026. Il team di Valentino Rossi cerca un altro costruttore: Ducati o Suzuki?

20 aprile 2021 - 15:11

Terza stagione MotoGP per il giovane team Petronas SRT che può vantare nove podi e sei vittorie dal 2019 ad oggi. Razlan Razali ha saputo cogliere in pieno ogni occasione a disposizione, forte di decisioni vincenti. A cominciare dalla scelta della line-up Fabio Quartararo e Franco Morbidelli. “È stata una storia davvero fantastica sin dall’inizio e la sfida è andare avanti ora. Faremo del nostro meglio per continuare con lo stesso ritmo – assicura il manager malese a Sportklub -. Per far accadere qualcosa di eccitante ogni anno, per fare cose magiche. Non sappiamo di che tipo, ma ci proveremo“.

L’accoppiata Rossi-Morbidelli

Razali non avrebbe mai immaginato di poter contare tra le proprie fila una leggenda come Valentino Rossi. Una possibilità vicendevole, per dare lustro ad una squadra che di recente ha fatto il suo ingresso in MotoGP. E per dare una possibilità al 42enne di continuare a mettersi in gioco con la sua amata Yamaha M1. “Avere Valentino Rossi con noi è qualcosa che non potevamo immaginare. È incredibile, non l’avevamo programmato, siamo arrivati ​​e il prossimo passo, spero, è provare a vincere il titolo con Valentino e Frankie. Questo sarebbe l’obiettivo più grande. Ad essere onesti, se riesco a fare tutto questo, probabilmente mi dimetterò“.

Inizialmente c’era qualche incertezza su Fabio Quartararo che non aveva particolarmente brillato in Moto2. Una vittoria in Catalunya con Speed Up ha aperto gli occhi al nascente team Petronas SRT. Sette podi nella stagione di esordio, che hanno messo in ombra Morbidelli. Ma sono servite da stimolo all’italobrasiliano nel 2020, che si è confermato vicecampione del mondo. “Purtroppo è ancora sottovalutato. Questo è un bene per noi perché lo abbiamo per altre due stagioni, questa e la prossima. Ma penso che sarebbe bello se un gran numero di altre squadre e piloti gli mostrassero un po’ più di rispetto“.

Nuovo accordo con Yamaha

Nelle prossime settimane Razlan Razali dovrebbe ufficializzare il rinnovo della partnership con Yamaha. Il team satellite proseguirà l’avventura MotoGP con la casa di Iwata, anche se chiederà maggiori garanzie tecniche. Di conseguenza il team VR46 di Valentino Rossi dovrà cercare un altro costruttore (Ducati o Suzuki) se riuscirà a trovare il budget necessario. “Abbiamo avuto un ottimo incontro con la Yamaha (l’anno scorso, ndr) e senza dubbio ci piace lavorare con la Yamaha… Pensiamo che restare con Yamaha sia la scelta migliore e primaria per noi e siamo lieti di aver già ricevuto una prima proposta da Yamaha dal 2022, per i prossimi cinque anni. Stiamo valutando questo, ovviamente, e discutendo i nostri altri accordi con i principali sponsor. Al momento siamo soddisfatti della Yamaha e senza dubbio continueremo insieme“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

makiland
11:46, 21 aprile 2021

VR non continuerà con Yamaha, avrà Ducati come destino nella sua nuova avventura e credo che questo farà un gran bene al Made in Italy !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro a Le Mans

MotoGP, Aleix Espargarò deluso: “Le moto factory non si fermano in gara”

bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Uno come Miller è uno stimolo a migliorare”

MotoGP, Jack Miller a Le Mans

MotoGP, Jack Miller re della pioggia: “Non posso crederci, grazie Ducati”