MotoGP Quartararo

MotoGP, Quartararo ‘sconfitto’ ma vincitore nella doppia Austria

La pioggia scombina i piani al leader MotoGP, ma Quartararo lascia l'Austria incrementando la leadership: "Avevamo pianificato di perdere punti, invece.."

15 agosto 2021 - 17:15

Fabio Quartararo rimane leader nella MotoGP e dopo le due Austria incrementa addirittura il bottino. Chi si aspettava che il francese perdesse punti in classifica è rimasto deluso, anche se in una domenica pazza qualcosa ha dovuto lasciare per strada. Un vero peccato, perché nonostante sulla carta il Red Bull Ring non doveva sorridergli, nella gara odierna aveva dimostrato con sorpassi da urlo di potersi giocare la vittoria e piazzare il colpaccio.

“Binder non aveva nulla da perdere”

“Andavo tranquillo, ne avevo abbastanza!”, esordisce a Sky Sport MotoGP. “Pecco (Bagnaia) prendeva tre decimi nel T1 e T2, ma la vittoria era possibile. Rientrare per cambiare moto è stato giusto secondo me: Binder ha giocato l’azzardo, ma lui non ha niente da perdere”. Nessun rimpianto dunque: “Pecco è andato molto forte, io ho perso la P5 perché in curva 3 sono arrivato lungo. I freni erano freddi e io ho staccato tardissimo”.

“Senza pioggia si poteva fare una grande battaglia”

Agli occhi degli spettatori rimangono le super frenate in curva 3: “Sono il nostro punto forte. In accelerazione perdiamo, ma in staccata andiamo molto bene e con la hard in questa pista il feeling era davvero buono”. La pioggia ha scombinato le carte però: “Un peccato, senza acqua si poteva fare una bella battaglia fino alla fine!”

“Braccio alzato? La situazione era pericolosa!”

Negli ultimi giri con l’acqua che arrivava sempre più copiosa ha provato ad alzare il braccio. La regola, però, dice che non si può più fermare la gara come una volta: “Per me la situazione era pericolosa, nessuno vuole entrare al box e sono le condizioni più pericolose. So che alzare il braccio non serve a nulla, ma guidare con le slick come hanno fatto in tanti è rischiosissimo”.

“Arrivavamo con +34, lasciamo con +47”

Fabio lascia comunque l’Austria soddisfatto: “Siamo arrivati con +34 e andiamo via con +47. Avevamo pianificato di perdere punti, invece solo Mir ha guadagnato qualcosa su di noi in una pista dove va molto forte. Adesso andiamo a Silverstone sperando che ci sia bel tempo perché è una delle mie piste preferite”.

Per i tuoi massaggi Thai

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha