Marc Marquez a Madrid

MotoGP, Marc Márquez: “Grazie Jorge, ci mancherai”

Marc Márquez parla dell'esordio di suo fratello in Honda, del rinnovo di contratto ormai ai dettagli e del suo ex compagno di box: "Ci mancherà tantissimo".

22 novembre 2019 - 12:32

A Madrid Marc Márquez ha inaugurato la nuova mostra di tute degli ultimi 50 anni di Repsol. I fan potranno ammirare non solo l’abbigliamento da corsa del campione in carica, ma anche i cimeli di Angel Nieto, Carlos Sainz, Toni Bou o Pedro Martínez de la Rosa. “Gli sponsor come Repsol sono necessari per il nostro successo“, ha ammesso il pilota di Cervera, reduce dal test MotoGP di Valencia.

La Honda 2020 sarà una moto essenzialmente poco diversa da quella con cui ha dominato la stagione 2019. Piccoli miglioramenti per provare a migliorare la percorrenza in curva senza prendere troppi rischi. Ma a patto di nulla togliere alla potenza della RC213V che ha marcato la differenza rispetto a Honda e Yamaha. “Stiamo cercando di migliorare perché non sai mai cosa faranno gli avversari. È una moto che quest’anno è andata molto bene, ma è ancora una moto difficile da capire per molti piloti ed è qui che stiamo lavorando“. Occhi puntati anche sul codone Ducati, ma è il telaio l’elemento al vaglio già da molti mesi: “Abbiamo vinto 12 gare, ottenuto 18 podi, molti punti, ma è ancora una moto difficile. Vogliamo realizzare una moto con cui andare altrettanto veloce – ha aggiunto Marc Marquez –, ma con maggiore facilità“.

L’ARRIVO DI ALEX E IL RINNOVO DEL CONTRATTO

La principale novità nel box HRC è però la presenza di suo fratello Alex dopo l’addio di Jorge Lorenzo. Da lunedì condivideranno lo stesso box e potranno lavorare più a stretto contatto. “La MotoGP è una categoria difficile e la Honda è una moto con cui sono caduto molte volte per trovare il limite. Professionalmente sappiamo differenziare molto bene e so qual è il mio obiettivo: continuare a lavorare con la stessa intensità e lottare per il titolo”. Sul circuito i due fratelli si sono incontrati solo a sera per qualche scambio di informazioni, visto che condividevano lo stesso camper per dormire. “Nel box ho molto a cui pensare e non posso badare ad altro“.

Nell’inverno si lavorerà non solo per allestire la RC213V 2020, ma anche per definire gli ultimi dettagli del rinnovo con HRC. “La prima cosa su cui ci siamo concentrati è la parte sportiva e tecnica – ha concluso Marc Márquez -. Un bellissimo progetto, per garantire che entrambe le parti offrano tutto. Honda mi ha dato la possibilità di esordire in MotoGP e quindi resta la mia priorità”. Infine una nota di gratitudine per l’ex compagno di team Jorge Lorenzo: “Ci mancherà sempre. Quello che ha fatto per lo sport e il motociclismo in generale è qualcosa che è alla portata di pochissimi“.

1 commento

fabu
14:45, 22 novembre 2019

nota di gratitudine…mamma mia, la falsità fatta persona.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Ho firmato con Ducati per il 2020”

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Márquez: “Jorge Lorenzo non meritava di chiudere così”

brembo motogp 2019

Dalla MotoGP alla Superbike, titoli 2019 nel segno di Brembo