MotoGP, Valentino Rossi e Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez e Valentino Rossi maestri di strategia

Marc Marquez e Valentino Rossi maestri di strategia della MotoGP. I pareri dei principali protagonisti della classe regina.

21 dicembre 2019 - 14:35

Chi è il miglior stratega della MotoGP? I migliori piloti della classe regina hanno provato a rispondere a questa non semplice domanda in un video realizzato dal canale ufficiale Motogp.com. A guardare i risultati Marc Marquez sembrerebbe il miglior “Napoleone” del Motomondiale: 12 vittorie grazie a capolavori tattici, personali e del suo team. Ultimo esempio di strategia la gara di Phillip Island, quando ha seguito Vinales fino all’ultimo giro, prima della zampata vincente.

Di solito erano due le strade per il successo: “La strategia era quella di ottenere un vantaggio e vedere se c’era possibilità di vincere. Se non è possibile allontanarsi, il pilota deve controllare la gara da dietro e adottare un approccio diverso“, ha spiegato il team manager Alberto Puig. L’unico neo stagionale è la caduta di Austin quando, per un ingenuità, ha perso una gara che aveva ormai in tasca. “Marc Marquez ha le migliori strategie, questo è certo“, afferma il suo collega di marca Cal Crutchlow. Lo stesso sei volte campione del mondo della MotoGP non ha avuto obiezioni: “Ho la migliore strategia“. Ma poi si corregge: “No, la mia squadra ha la migliore strategia“.

Danilo Petrucci e Maverick Viñales hanno indicato Andrea Dovizioso come miglior stratega, ma non manca chi ha fatto il nome di Valentino Rossi. Probabilmente riferendosi alla sua carriera: “Il pilota che prende le decisioni più intelligenti è probabilmente Valentino“, ha riflettuto Jorge Lorenzo. Anche Jack Miller ha fatto riferimento al Dottore: “Valentino è probabilmente uno dei migliori se guardi la storia“. Brad Binder e Joan Mir hanno condiviso quest’ultima scelta. Più diplomatico, invece, lo spagnolo della KTM Pol Espargarò: “Valentino Rossi sull’asciutto, Marc Márquez sul bagnato“. E cosa ne pensa il campione di Tavullia al riguardo? Un solo nome: “Marquez“. Valentino Rossi ha concluso la stagione MotoGP 2019 in settima posizione. Nonostante ciò, l’italiano si configura come il pilota da cui Danilo Petrucci e Karel Abraham hanno imparato di più durante tutto l’anno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia re delle Michelin: nel 2021 sarà Ducati factory

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi apre agli spagnoli? Pablo Nieto: “In VR46 serve il meglio”

MotoGP, Piero Taramasso

MotoGP, gomme Michelin nel mirino: la risposta di Piero Taramasso