Jorge Lorenzo pilota HRC

MotoGP, Jorge Lorenzo bussa a Yamaha: Honda chiude a Pramac

Jorge Lorenzo non avrà concessioni da Honda per revocare il contratto in anticipo. Intanto il manager Albert Valera bussa alle porte di Yamaha Petronas.

10 agosto 2019 - 7:11

Jorge Lorenzo assente e grande protagonista al Red Bull Ring, ancora alle prese con la riabilitazione dopo l’infortunio di Assen, ma pronto a tornare in pista a Silverstone fra due settimane. Si susseguono le voci di un dialogo tra il suo manager Albert Valera e il team Ducati per un eventuale passaggio in Pramac nel 2020. La trattativa passa nelle mani della Honda, il vero ago della bilancia dell’intera faccenda.

Nelle ultime ore Alberto Puig ha smentito ogni ipotesi di addio del maiorchino e ribadito che il contratto verrà rispettato fino al 2020. “Non sappiamo nulla, tutto ciò che sappiamo è che Jorge ha un contratto, vengono stipulati contratti per rispettarli“. HRC non ha nessuna intenzione di andare incontro ad eventuali o presunte richieste di Lorenzo. Sul fronte Ducati, invece, si limitano a dire di non voler rilasciare dichiarazioni in merito e che si tratta di una faccenda tra Honda e il pilota. Il contratto tra le parti non prevede una precisa clausola rescissoria. Ma in caso di stralcio anticipato si dovrà determinare l’eventuale danno economico.

IL PIANO B DI JORGE LORENZO

Con questi presupposti sembra difficile immaginare che Jorge Lorenzo approdi in Pramac Racing il prossimo anno. Anche se la trattativa con i vertici di Borgo Panigale (alias Claudio Domenicali e Gigi Dall’Igna) resta viva in vista del 2021. Nel frattempo Albert Valera si guarda intorno ed ha avviato dialoghi anche con Yamaha Petronas SRT. Nel caso dovesse fallire il dialogo con Ducati, dove vanta tanti amici ma anche nemici, la YZR-M1 resta la seconda scelta per il 32enne pilota. Una moto evolutasi secondo le sue richieste e che ha perso il bandolo della matassa dopo il suo addio. Secondo Motorsport.com l’agente del maiorchino non avrebbe smentito: “Il mio lavoro consiste nel preparare il terreno, quindi bussiamo a tutte le porte possibili“.

In passato il team Petronas SRT, che era ancora nella fase della genesi, aveva avviato una contrattazione con Jorge Lorenzo, prima che virasse verso il team Repsol Honda. La squadra malese ha le risorse e voce in capitolo per assicurare un buon ingaggio e una moto con specifiche ufficiali. Niente di meglio per tornare alla ribalta della MotoGP. Con un feeling mai instaurato con la RC213V e difficile da realizzare, non c’è più tempo da perdere.

Offerta: MotoGP a Misano con 10€ di sconto per i lettori di Corsedimoto

4 commenti

Katana05
7:51, 10 agosto 2019

Non credo che Honda abbia preso Lorenzo per avere una seconda guida vincente, ma solo per sbarazzarsi di una potenziale minaccia contro Marquez. E se lo era in Ducati, lo sarebbe ancor più in Yamaha. Perchè quindi lasciarlo andare via? Meglio che stia dove sta, in fondo allo schieramento (o in giro per ospedali).

    matteodjzet_14345468
    10:24, 10 agosto 2019

    beh se stare in giro per ospedali secondo te è una bella cosa allora scusami eh, ma almeno un pochino vergognati di quello che dici. Evidentemente finora a te è sempre andato tutto bene nella vita, ma prova a passarci anche solo 2-3 volte nel giro di relativamente poco tempo e poi son sicuro che non metti più questa cosa tra le meraviglie della vita. Ripeto, vergognati, con estrema tranquillità, ma fallo 🙂

      Katana05
      10:52, 11 agosto 2019

      Ti rispondo con estrema calma e senza l’aggressività che tu dimostri nei miei confronti perchè mi sembra evidente che tu abbia frainteso le mie parole: quando dico che è meglio che stia in giro per ospedali non mi riferisco certo a ciò che io mi auguro o di cui possa gioire, ma di ciò che ora è più opportuno per Honda (senza che questi abbiano fatto nulla per causare questo stato di cose). Mi sembra innegabile che un Lorenzo fuori di giochi ora sia la cosa migliore che potesse capitare alla Honda. Se vuoi sapere la mia, io sono un profondo estimatore di Jorge e lo vorrei rivedere presto in Ducati o in Yamaha, dove potrebbe riesprimere il suo vero potenziale. Ma come saprai non sono io a decidere.

        Katana05
        10:58, 11 agosto 2019

        P.S. come avrai letto in articoli più recenti Honda si rifiuta categoricamente di lasciare libero Lorenzo nonostante i risultati fin qui disastrosi. Forse non mi ero sbagliato più di tanto. Oppure credi che vedano in lui il campione del mondo 2020?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a Motegi

MotoGP, Valentino Rossi: “Yamaha può fare ogni cosa se vuole”

MotoGP Motegi

MotoGP Giappone: orari TV SKY, TV8 e streaming

suzuki guintoli motegi

MotoGP, Motegi: Suzuki, con Guintoli debutta un prototipo 2020