MotoGP Zarco

MotoGP, Johann Zarco va controcorrente: “Con poco grip soffro meno”

Johann Zarco chiude al comando il venerdì di MotoGP, grazie anche alla scia di Quartararo: "Seguirlo è stato interessante per poter dare i miei commenti"

4 giugno 2021 - 16:28

Johann Zarco chiude al comando il venerdì di MotoGP a Barcellona. Un’iniezione di fiducia notevole per il francese, che continua a essere un riferimento per Ducati e vuole continuare a dimostrarlo dopo il rinnovo con Pramac. Per il momento le condizioni della pista aiutano, seppur strane, così come un traino fortunato sul finale di sessione. Zarco ha infatti potuto ‘sfruttare’ la scia del connazionale Fabio Quartararo durante il suo giro veloce.

“Interessante seguire Fabio: la scia mi ha aiutato”

“Sono felice di essere al comando, le sensazioni dal mattino sono buone”, sentenzia. “La base su cui siamo partiti è buona, abbiamo provato a fare qualcosa per migliorarla ma al momento ci manca qualcosa”. Come detto, la scia di Quartararo ha aiutato: “Fare un buon giro da solo sarebbe stato possibile, ma poter seguire Fabio durante il mio giro veloce è stato interessante e ho potuto dare dei commenti per sviluppare la moto. Me lo sono trovato davanti in uscita dai box e lui ha spinto fino alla fine: questa cosa mi ha aiutato”.

“Abbiamo una grande moto per vincere”

Un venerdì intrigante anche per le scelte delle gomme: “La dura al posteriore può lavorare bene, vedremo. Alcuni l’hanno provata e Oliveira per esempio ci ha fatto il giro veloce. Sono tutte cose che dovremo analizzare”. Johann continua poi ad analizzare il pacchetto: “Mi piace avere velocità in curva, di solito soffro in quella zona, ma da pista a pista la situazione cambia. Ci manca qualcosa tra grip e in fase di curva: noi abbiamo punti forti e possiamo migliorare, pur avendo già una moto fantastica per lottare per la vittoria!”

“Sembra di essere al GP di Francia!”

“Rispetto al passato riesco a usare molto di più il davanti, come gli altri piloti”, prosegue nella sua disamina. “Questa è la grande differenza rispetto a prima: con Yamaha pur spingendo troppo sull’anteriore si poteva essere veloci, anche se non tanto quanto Fabio Quartararo”. Il poco grip sembra inoltre aiutarlo a differenza degli altri: “Qua la situazione è strana, ma è vero che qua sto soffrendo meno rispetto agli altri weekend”. Infine una battuta sui tifosi francesi sugli spalti, presenti in misura ridotta per questo weekend: “È bello! Sembra di essere al GP di Francia qua a Barcellona: a Le Mans fa freddo, di solito quindi si preferisce venire qui”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò prova diversamente: “Copierò Marc Marquez”

matsuyama moto3

Moto3: Honda Team Asia a tre punte ad Assen, si rivede Matsuyama