petrucci motogp

MotoGP: Danilo Petrucci, telaio nuovo e standard sulle sue due KTM

Danilo Petrucci fiducioso verso il GP al Sachsenring, "pista con pochi rettilinei." Lo attendono prove comparative di telaio. "Vogliamo essere sicuri."

17 giugno 2021 - 19:04

Un’altra prova importante per il binomio Danilo Petrucci-KTM. Da domani si va di scena al Sachsenring, un ritorno per la MotoGP dopo l’assenza nel 2020. Il pilota ternano però guarda con ottimismo alla tappa tedesca, su una pista dai pochi rettilinei, attualmente il suo punto debole con la RC16. Ma sarà un GP in cui non mancheranno prove comparative: ‘Petrux’ infatti avrà a disposizione sia il nuovo telaio che la versione precedente. Ci sono ancora aspetti da controllare in questo senso dopo i test in Catalunya.

“Sono contento di correre qui, su una pista con pochi rettilinei” ha sottolineato Petrucci nel meeting online del giovedì. “Certo comunque è sempre una bella sfida, ancora di più con le alte temperature.” Ma rimarca che “È un tracciato che mi piace molto, scorrevole, senza curve stop-and-go.” Anche se non è mai riuscito a salire sul podio. “Sono però sempre stato costante.” Ricorda anche l’ultimo evento MotoGP al Sachsenring, disputato nel 2019. “Ho chiuso 4°, miglior pilota Ducati al traguardo.”

Quest’anno arriva in Germania con in archivio anche una giornata di test in Catalunya, in cui ha potuto provare il nuovo telaio. Una novità che avrà a disposizione anche in questo fine settimana. “Avremo una moto con il nuovo telaio, l’altra con il chassis standard, in modo da fare qualche comparazione nel corso del fine settimana. Questa è una pista diversa, vogliamo essere sicuri di aver preso la direzione giusta.” Spiegando anche che “A Barcellona dopo il GP ha piovuto tantissimo, quindi la pista era molto lenta.”

Oltre a questo, saranno vari gli aspetti chiave da tenere d’occhio durante il weekend di gare. “Dovremo gestire al meglio la parte sinistra della gomma. Oltre ad aprire con cautela il gas tra le curve 4 e 10, tutte a sinistra, e spesso con queste temperature è difficile.” Sottolinea poi che “Avremo a disposizione anche un pneumatico 2019. Sono molto curioso di capire quali sono le differenze.” Senza troppi pensieri al fatto di non avere un contratto per il 2022. “Non so quali siano i piani KTM. Il mio obiettivo è sempre lo stesso: andare più veloce.”

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”