Gigi Dall'Igna

MotoGP, Dall’Igna: “Dovizioso sfortunato, stanchi di essere secondi”

Andrea Dovizioso a Misano per archiviare la sfortunata gara di Silverstone. Gigi Dall'Igna non nasconde una certa tensione nel box Ducati.

10 settembre 2019 - 17:00

Misano rappresenta la gara di casa anche per il Ducati Team di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Il forlivese ha intenzione di archiviare l’incidente sfortunato di Silverstone con una buona prestazione davanti al suo pubblico. Serve concentrazione e studio dei particolari sin dal venerdì per farsi trovare pronti alle qualifiche e alla gara. “Atmosfera abbastanza tesa, la gara di casa è importante – ha ammesso Gigi Dall’Igna a Sky Sport -. Le condizioni di asfalto sono diverse rispetto all’anno scorso e quindi richiede un set-up diverso. In questo i test ci hanno aiutato“.

Regna ottimismo in casa Yamaha dopo il recente test di Misano, ma in Ducati si preferisce restare con i piedi a terra. “Per noi è difficile fare un bilancio dei test, Dovizioso arrivava da un incidente e non spingeva al massimo. Con Danilo siamo contenti, ha fatto miglioramenti importanti, ma la gara sarà diversa. Può darsi che chi ha fatto bene i test non faccia altrettanto in gara“, ha preventivato il Direttore Generale di Ducati. Il titolo mondiale sembra ormai lontano, fare bilanci risulterebbe approssimativo.

Di certo la sfortuna ha giocato un ruolo fondamentale con i due zeri “involontari” in Catalunya e a Silverstone. “Sicuramente la sfortuna si è accanita abbastanza nei nostri confronti e soprattutto di Andrea. Difficile dire se c’è solo una cosa che ha giocato a favore o sfavore nostro, noi dobbiamo concentrarci per migliorare il pacchetto che abbiamo. Siamo secondi ma non ci basta più e neanche ad Andrea“.

Si vocifera di rapporti non troppo lieti tra Gigi Dall’Igna e Andrea Dovizioso, soprattutto dopo la gara del Sachsenring, quando il vicecampione si è lamentano non poco del gap Ducati rispetto alle rivali. “C’è un’atmosfera di chi vuole vincere e non ci sta riuscendo. Ci sono degli spigoli da smussare, ma c’è anche la consapevolezza di aver fatto un ottimo lavoro in questi anni e questo è importante“. Ancora una volta serve rimandare i sogni iridati al prossimo anno, ma c’è il secondo posto da difendere: “Abbiamo delle idee da implementare. Non so se riusciremo a sfruttarle già da quest’anno, qualcosa in cantiere c’è e spero sia il passo che ci serve“.

Gli ultimi sconti per i lettori di Corsedimoto

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fabio Quartararo

MotoGP Misano: “Fabio Quartararo nel 2020 avrà la Yamaha top”

Danilo Petrucci, #SanMarinoGP

MotoGP, Danilo Petrucci: “Non posso dimagrire 15 chili”

Jorge Lorenzo a Misano

MotoGP: Jorge Lorenzo, non c’è luce in fondo al tunnel