Marc Marquez a Brno

MotoGP Brno, Marc Márquez: “Questa pole come un KO di Tyson”

Marc Márquez conquista una pole capolavoro a Brno. Azzarda le gomme slick e compie due giri strepitosi: 2,5" il gap degli inseguitori!

4 agosto 2019 - 11:50

Marc Márquez colpisce ancora, come un montante destro di Mike Tyson. Nel sabato di Brno, con meteo incerto e pista semi-asciutta o semi-bagnata, il pilota di Cervera si conferma la vera certezza del Mondiale. Dopo il diluvio caduto nelle FP4, il sole torna a splendere sul tracciato ceco, conferendo forti dubbi sulla giusta scelta delle mescole, soprattutto nei minuti finali della Q2 (tempi e classifica QUI).

A meno di cinque minuti dalla bandiera a scacchi il leader iridato rientra ai box e monta le gomme slick senza troppi ripensamenti. Dovizioso e Rossi nel frattempo continuavano a puntare sulle rain senza riuscirsi a migliorare, Viñales montava le gomme da bagnato prima di alzare bandiera bianca e rientrare ai box con la nona piazza in griglia. Al penultimo tentativo Marc Márquez gira in 2’04″165 e conquista la pole. Non si accontenta, va giù con il gas, oltre il limite della coscienza, ad un passo dalla pura follia. La pioggia torna a cadere, le ultime due curve sono praticamente inzuppate di acqua, ma il pilota Repsol Honda abbassa ulteriormente in 2’02″753.

MARC MARQUEZ, UN EXTRATERRESTRE A BRNO

Se il 2’04” era irraggiungibile per gli avversari, il 2’02″7, in condizioni simili, è un tempo extraterrestre. “Onestamente pensandoci adesso penso di aver preso un rischio troppo grande e qualcuno nel team non l’ha presa bene – ha ammesso Marc Marquez a Sky Sport -. Mi sono fermato al box, ho visto che c’era una possibilità e ho preso le slick. Alla fine ha iniziato a piovere un’altra volta, ho rischiato, ma è andata bene. Sapevo che se fossi caduto al box mi avrebbero ammazzato. So di aver rischiato troppo, ma è andata così“.

Il rischio più grande era nell’ultimo settore, nonostante tutto non ha rallentato. Mettendo a rischio la moto e soprattutto la sua incolumità, con suo padre Julià nei box che avrebbe voluto strapparsi i capelli per la paura. “Le ultime due curve erano completamente bagnate, era pericoloso, ma è stato un bel mix di divertimento e paura… Questa pole è come un KO di Mike Tyson, bisogna fare il colpo dopo le vacanze. Ma il colpo importante bisogna farlo domani – ha concluso Marc Márquez -, sarà asciutto e con Dovizioso sarà difficile“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

jorge martin

Moto2, Motegi: Festa per Jorge Martín, arriva il primo podio

luca marini motegi

Moto2: Luca Marini, dopo Buriram il bis a Motegi

Paolo Ciabatti

MotoGP, Ciabatti: “A chi non piace Marc Marquez? Solo a Yamaha”