MotoGP, Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia

MotoGP, Biaggi: “Bagnaia come Lorenzo, Morbidelli merita di più”

Max Biaggi traccia un bilancio di questo inizio di stagione MotoGP. Paragona Pecco Bagnaia a Jorge Lorenzo. Su Franco Morbidelli: "Merita una moto migliore".

26 aprile 2021 - 13:48

A Misano si respirava aria di MotoGP in occasione dell’Aprilia All Stars 2021. Presenti Lorenzo Savadori e Aleix Espargarò, ma anche gli ex Andrea Iannone, Max Biaggi e Loris Capirossi. Un evento che assume un sapore particolare visto che la RS-GP21 sta regalando grandi soddisfazioni in campionato. Il maggiore dei fratelli Espargarò tra i protagonisti della due giorni in pista, approderà a Jerez per il quarto Gran Premio stagionale. L’obiettivo è confermare l’ottimo stato di salute del prototipo di Noale, in attesa che Andrea Dovizioso entri a pieno regime nel progetto Aprilia.

Max Biaggi ha passato in rassegna l’ultima gara di MotoGP a Portimao. Un week-end contrassegnato dal ritorno e dalle lacrime di Marc Marquez. “Gli ho mandato un messaggio perché mi ha fatto tenerezza, come se fosse un figlio“, ammette il Corsaro. Ma quest’anno ci sono le premesse per riportare il titolo iridato in Italia che manca dal 2009 ad opera di Valentino Rossi in sella alla Yamaha. Stavolta possono centrare l’obiettivo due dei suoi allievi: Francesco Bagnaia e Franco Morbidelli.

Italia a due punte nel Mondiale

Quasi sorprende la naturalezza con cui Pecco guida la Ducati GP21. “Ha trovato una chiave di volta nel guidare la Ducati come faceva Jorge Lorenzo – evidenzia Max Biaggi -. Oltre a frenar forte e deciso ha una buona percorrenza in curva, come Jorge. Lui aveva trovato un modo per guidarla che prima di lui non era riuscito a nessuno. Pecco ha seguito la sua strada ma ad essere performante come Lorenzo. La guida con una facilità disarmante. Molti altri in passato l’hanno guidata di forza, con frenate violente, spinning pazzeschi. Riesce ad essere quasi elegante nel guidare una Ducati e questo piace a tutti“.

L’ex campione romano non nasconde la sua ammirazione per un altro pilota italiano, Franco Morbidelli. Il vicecampione MotoGP non ha una M1 competitiva con cui poter dare l’assalto al Mondiale. Un elemento che lascia serpeggiare non pochi malumori nel paddock della MotoGP e non solo nel box Petronas SRT. Fatto sta che quest’anno le M1 factory sembrano di un livello nettamente superiore alla sua ‘spec A’. “Non so se è dipeso solo dai piloti o da altro, ma è discutibile il fatto che le Yamaha blu vincono con piloti diversi. Mentre le moto satelliti l’anno scorso vincevano, in questo caso Franco Morbidelli, è lontano… Mi dispiace perché Morbidelli è un pilota fortissimo – conclude Max Biaggi -, mi piace come stile di guida. Se mi chiedessero di votare lo farei per lui e merita sicuramente una moto migliore di quella che ha“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso a Misano

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Yamaha al massimo solo con Quartararo”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi si scusa con i fan: “Vado al massimo, mi dispiace”

motogp marc marquez

MotoGP, Marc Márquez: “La chiave è pormi sempre obiettivi realistici”