MotoGP, Bagnaia stupisce: “Partire 6° può essere un vantaggio”

Rispetto ad una settimana fa manca la pole a Bagnaia, ma Pecco non fa drammi. Anzi: "Come passo siamo più competitivi e userò le lezioni della prima gara".

3 aprile 2021 - 22:13

Rispetto ad una settimana fa manca la pole, ma la seconda qualifica MotoGP della stagione non rattrista Francesco Bagnaia. ‘Pecco’ domani partirà dalla 6° casella, ma a infondere fiducia è il ritmo mostrato durante tutte le prove. Dopo il podio conquistato sette giorni fa, l’obiettivo è quantomeno ripetersi..

“In qualifica alcuni miei errori”

“In qualifica abbiamo faticato per alcuni miei errori”, ammette. “Devo imparare a gestire meglio la gomma posteriore quando la performance è minore del normale”. Come detto, c’è fiducia però per la gara: “In FP4 sono stato competitivo, solo Zarco ha fatto meglio con le mie stesse gomme”.

“Fare tesoro della scorsa gara”

Pecco cercherà di fare tesoro dagli insegnamenti della scorsa gara. “Ho guidato per la prima volta una corsa per molti giri ed è stata una bella lezione. Sarò più preparato questa volta per affrontare la seconda parte di gara”. Non sarà certamente facile, vista la concorrenza: “Le Yamaha sono veloci, ma hanno fatto la FP4 con gomme nuove. Dovremo vedere domani”.

“Partire 6° un vantaggio”

Il piano tattico è chiaro: “Proverò a stare in scia e non stressare troppo le gomme. Se riuscirò a mettermi dietro a qualcuno è meglio, per poi attaccare alla fine. Partire 6° potrebbe essere un vantaggio perché avrò la scia”. Rispetto ad una settimana fa sono cambiate alcune cose: “Ho aggiustato il mio stile di guida, stamani andava meglio. Cercherò di guidare così anche domani, dovrebbe aiutarmi a gestire la gomma”.

“Martin bravissimo, ma prematuro pensare che lotti per vincere”

Il tema del giorno però è la pole di Jorge Martin. “Ha fatto un grande lavoro, ma metterlo nella lotta per la vittoria è prematuro. Deve fare esperienza e domani potrà farla. Bisogna però rendergli merito, è stato bravissimo”. Oltre a Martin, in prima fila ci sarà un’altra Pramac: “Una squadra di grande livello, averla è un vantaggio per Ducati”.

“Ducati ha bisogno di un team come Pramac”

“Hanno due grandi piloti ed è anche l’unica casa con due moto ufficiali”, prosegue. “Questo aiuta molto lo sviluppo e comunque sono competitivi. Ducati ha bisogno di un team così”. Bagnaia torna poi sul suo weekend: “Il nostro passo è competitivo, anche più della scorsa settimana. Vedremo come andrà la gara”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
11:26, 4 aprile 2021

Non sono tanto stupito dalle parole di FB … la volta scorsa gli è costato caro stare davanti,inoltre la grinta per recuperare ce l’ha !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”