MotoGP Bagnaia

MotoGP, Bagnaia accende la sfida: “Lotta con Yamaha e Suzuki”

Nel day-5 di test MotoGP Francesco Bagnaia (4°) sorride: Pecco ha scelto la moto da usare e si prepara già alla prima gara della stagione.

11 marzo 2021 - 20:33

Nella quarta giornata di test MotoGP Francesco Bagnaia è stato di parola. Ieri non ha cercato il tempo sul giro, oggi invece sì e i risultati danno ragione a Pecco. Il Ducatista ufficiale è riuscito infatti a piazzarsi in 4° posizione con un ottimo crono che lo ha portato in cima alla classifica per buona parte del turno. A far sorridere Bagnaia, però, è il lavoro fatto in ottica gara per portarlo ad essere competitivo nel primo appuntamento stagionale.

“Ho scelto la moto più stabile”

“Oggi avevamo pianificato di fare il primo attacco al tempo e una simulazione di gara”, comincia. “La prima cosa da capire però era quale delle due moto usare, avevo ancora due assetti diversi. Uno per l’agilità, il secondo per la stabilità. Avendo più bisogno di stabilità ho scelto la seconda opzione”. Pecco spiega il motivo: “Per il mio stile di guida ho bisogno di più stabilità e sacrifico, a costo di sacrificare un po’ il grip posteriore. Mi sono trovato bene con questa opzione sia sul giro secco che sulla simulazione”.

“Ci sono ancora delle cose da fare”

Bagnaia parla poi delle prove sul ritmo: “Sono partito con le gomme usate del time attack, ma sono riuscito ad essere da subito in fiducia. Il lavoro di oggi mi rende soddisfatto, sono stato costante e veloce. Siamo anche vicini a capire quale tipo di lavoro fare per la prima gara”. Rimangono chiaramente delle cose da fare: “Dobbiamo ancora lavorare sull’elettronica, capirla meglio e anche quali gomme usare per la gara”.

“Sul passo siamo davvero competitivi”

“Sono abbastanza convinto del lavoro che stiamo facendo, per ora è stato fatto tutto il necessario”, prosegue. “I programmi che avevamo prefissato sono stati chiusi e io mi sento bene. Sul passo siamo davvero competitivi, tutto sta andando nel verso giusto”. L’unico neo forse è il tempo sul giro: “Forse in quell’aspetto potevo fare meglio, ma essendo solo il primo della stagione ho faticato in certe situazioni. Complessivamente sono contento”.

“Aprilia va forte per il momento, ma noi siamo pronti”

Pecco traccia un bilancio poi dei rivali: “Le Yamaha sono veloci, ma anche le Ducati lo sono! Nel lotto abbiamo anche le Suzuki: le tre case sono le più competitive, credo. Ad ogni modo il weekend di gara è sempre diverso dai test, noi sappiamo per certo che per ora è stato fatto un bel lavoro”. In questi giorni anche Aprilia e Aleix Espargaro hanno sorpreso: “Hanno investito molto e fatto uno step in avanti, dovremo vedere nella prima gara se la moto funziona bene. Aleix è sempre veloce e costante nei test; se saranno davanti saranno uno in più da battere, ma noi siamo pronti”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Tecnica Yamaha M1 Quartararo

MotoGP, la tecnica: Quartararo e la M1, dettagli di una Yamaha mondiale

marquez espargaro honda motogp

MotoGP: Márquez-Espargaró, quella doppietta Honda attesa dal 2017

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi spiazza la conferenza: “C’è una ragazza nuda dietro di te”