MotoGP Aprilia

MotoGP Austria: Aprilia, così è una via crucis

Andrea Iannone ultimo, Aleix Espargaro quattordicesimo: la RS-GP anche stavolta è andata molto male in Austria

11 agosto 2019 - 16:36

Aprilia sperava di cancellare, almeno in parte, una vigilia ben sotto le aspettative. Invece il Red Bull Ring si è rivelato anche stavolta molto ostico per le RS-GP, finite in coda al gruppo. Aleix Espargaro ha portato a casa due punticini, quattordicesimo posto.  Andrea Iannone, che era in scia al compagno di squadra, ha dovuto rallentare nel finale per un problema tecnico finendo anche doppiato, fanalino di coda dei sedici classificati (qui cronaca e classifica). La situazione è sconfortante: in gara Aleix e Andrea hanno fatto il loro giro veloce in 1’25″2, prendendo 1″4 secondi da Andrea Dovizioso autore del best lap e vincitore del GP d’Austria. “Andremo meglio a Silverstone“, è stato il solito mantra di fine gara di un’Aprilia che guarda sempre al prossimo impegno per uscire dai guai. Invece è un continuo rimandare.

“IO MI IMPEGNO MA…”

Tenere alta la motivazione dei piloti è difficile in un contesto di questo genere. In particolare ad essere più sconfortato è Andrea Iannone che su questo stesso tracciato nel 2016 aveva vinto con la Ducati. Sembra passato un secolo…  “Non abbiamo terminato la gara nel migliore dei modi” constata il pilota abruzzese “ma sono contento delle sensazioni che ho avuto in sella nel corso del weekend. Ho guidato al massimo delle possibilità, chiaramente il risultato non è quello che ci aspettavamo. Peccato per il problema negli ultimi giri, perché ero assieme ad Aleix e a Stefan Bradl, avevo il potenziale per prendere qualche punto”.

“CONTATTI ALLA CURVA 3”

Anche Aleix Espargaro è affranto. “Questo fine settimana non siamo riusciti ad essere competitivi come avremmo voluto. In gara ho dato il massimo, sono partito bene ma dopo alcuni contatti alla curva 3 mi sono ritrovato ultimo. Ho recuperato qualche posizione ma non era facile superare, ho cercato di arrivare al traguardo senza commettere errori. Questo tracciato era uno dei più difficili per noi, contiamo di essere più efficaci già a Silverstone”.

MisanoGP: biglietti scontati per i lettori di Corsedimoto

2 commenti

lorenzoursan_14190819
19:01, 11 agosto 2019

E anche qui il management, a partire dai piani più alti, è tutto da mettere in discussione…..

    marcogurrier_911
    8:55, 12 agosto 2019

    Strategia wsbk out e MotoGP in…..da suicidio!!!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi: “Yamaha non si nasconda dietro Quartararo”

vietti di giannantonio rookie 2019

Moto2/Moto3: Vietti e Di Giannantonio Rookie dell’Anno 2019

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez ‘cannibale’: “Compagno di squadra primo rivale”