aprilia espargaro motogp

MotoGP, Aleix Espargaró: “La preseason non era uno scherzo”

Aleix Espargaró alla ricerca di ulteriori passi avanti nella 'replica' a Doha. "Per la prima volta nel gruppo dei primi." Savadori ancora non al 100% con la spalla.

31 marzo 2021 - 12:01

Doppia gara su una stessa pista, una nuova occasione quindi per cercare passi avanti. Sarà questo l’obiettivo di Aprilia, che domenica con Aleix Espargaró non è mai stata così vicina ai piloti di testa. Il settimo posto dello spagnolo a meno di sei secondi dal vincitore è stato il miglior risultato di sempre in MotoGP. Un bel punto di partenza quindi per la casa di Noale e per il sempre ottimista Espargaró, apparso con un largo sorriso alla fine del GP del Qatar e determinato ad avvicinarsi ancora di più al gruppo di testa nell’evento di Doha del prossimo weekend.

“Abbiamo disputato una gara solida” aveva dichiarato il catalano domenica scorsa, sottolineando che “La preseason non era uno scherzo.” Certo la RS-GP non è ancora al massimo, ma “La moto ha un grande potenziale, è stabile ed è migliorata in accelerazione.” Purtroppo, come anche per altri, ha accusato qualche difficoltà in più a causa del vento, oltre ad aver perso qualche casella per un contatto iniziale. Ma Espargaró guarda i lati positivi. “Tutto funzionava bene, è stata un’ottima partenza. Per la prima volta posso dire che abbiamo lottato nel gruppo dei primi.”

Come detto, questo fine settimana si riparte sempre sulla stessa pista per il secondo evento della stagione 2021. “Il doppio round a Doha ci permetterà di continuare a fare passi avanti.” Obiettivi ben chiari: “Trovare qualche decimo in qualifica e migliorare il passo gara. Non sarà facile, visto che tutti lavoreranno per risolvere i problemi incontrati nella prima gara, quindi il livello della competizione si alzerà. Ma avvicinarci ancora di più ai primi vorrebbe dire lottare per un risultato importante. Intanto abbiamo dimostrato anche agli scettici di aver fatto un bel passo avanti.”

Lorenzo Savadori: “Spalla ancora un limite” 

Dall’altra parte del box al momento ci sono maggiori difficoltà. Parliamo di un esordiente della categoria, che si sta trascinando dietro un problema fisico già da qualche tempo. Ricordiamo, Savadori ha a che fare con un problema ad una spalla riportato in allenamento, un guaio ancora non risolto e con cui convive quindi da prima dei test ufficiali. La gara che ne è uscita domenica scorsa non è stata particolarmente positiva, ma si spera in qualche miglioramento in questi giorni, sfruttando il fatto che si tratta di una ‘replica’ sul medesimo tracciato qatariota.

“La prima gara non è andata come speravamo” ha ammesso il campione CIV Superbike in carica. “Ma per noi era importante raccogliere informazioni sul comportamento della nuova moto. Utilizzeremo quanto imparato lo scorso weekend per impostare il lavoro. Sappiamo quali sono i nostri punti deboli ed è lì che dovremo concentrarci.” Riguardo le sue attuali condizioni fisiche, “Durante la pausa ho cercato di recuperare quanto più possibile ma la spalla, seppur migliorata, rappresenta ancora un limite. Se durante le prove la situazione è gestibile, in gara lo sforzo si fa sentire.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Max75BA
12:30, 31 marzo 2021

Finalmente Aprilia!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”