MotoGP, Marc Marquez

MotoGP 2020: la reazione dei piloti davanti al nuovo calendario

Grande entusiasmo dopo l'annuncio del calendario MotoGP 2020. Le reazioni di Marc Marquez e suo fratello Alex, di Andrea Dovizioso e degli altri piloti.

11 giugno 2020 - 17:14

Inizia il conto alla rovescia per l’avvio della stagione MotoGP 2020. Dorna ha pubblicato il nuovo calendario costituito da 13 GP che lambiranno Spagna, Francia, Austria, Repubblica Ceca e Italia. Poco più di un mese al ritorno in pista sul circuito di Jerez, dove il 15 luglio ci sarà una giornata inaugurale di test per tutte le classi. Un autentico raggio di sole per tutti i piloti della classe regina dopo due mesi di lockdown, in cui l’ipotesi dell’annullamento del campionato era a tratti plausibile.

DAL BOX DUCATI

Grande entusiasmo da parte dei protagonisti che sui social hanno dato il loro benvenuto al calendario. “Finalmente si torna a correre! L’annuncio del nuovo calendario ufficiale – commenta Andrea Doviziosoci permette di prepararci al ritorno in pista avendo in mente una data precisa… Sarà una stagione molto difficile, in cui dovremo gestire una situazione nuova per tutti. Dovremo essere preparati non solo fisicamente ma anche mentalmente. In aggiunta correre così tante prove in poco tempo non lascia praticamente nessun margine di errore“.

Per Danilo Petrucci sarà la sua ultima stagione in MotoGP con i colori Ducati. Ma per il momento l’attenzione è puntata solo al presente,  in attesa di buone novelle da Aprilia o KTM. “Questa, in ogni caso, sarà una stagione molto strana – spiega il pilota ternano -. Ma avere il calendario a disposizione ci permette almeno di iniziare a metabolizzare la nuova situazione. E per il bene di tutti, dovremo anche impegnarci a rispettare le norme di sicurezza igienico-sanitarie di ciascun Paese in cui si disputeranno i GP”.

DAL BOX HONDA

Sarà un campionato particolare anche per Alex Marquez, al suo primo anno in MotoGP. Su di lui pende l’ipotesi di un cambio di livrea per il 2021, nel caso Pol Espargarò venga confermato da HRC. “Ritorna l’azione con il calendario ufficiale 2020 confermato! Motivato a debuttare in Motogp il prossimo 19 luglio a Jerez!“. Suo fratello Marc Marquez riparte con i favori del pronostico, ma in una situazione davvero inedita tutto è possibile. “Abbiamo già il calendario ufficiale 2020! Non vedo l’ora di tornare in pista e che l’azione cominci!  Sarà diverso, ma una volta in pista e quando il semaforo diventerà verde, l’obiettivo sarà lo stesso, provare a vincere il campionato. Sfortunatamente in questa stagione non saremo in grado di competere su tutti i circuiti. Ma spero che tutti i fan esultino indipendentemente da dove si trovano“.

DAI BOX YAMAHA E KTM

Poche parole concise dal box Yamaha. “Il calendario Moto 2020 è confermato – scrive Maverick Vinales -. Non vedo l’ora di guidare di nuovo la mia M1“. Ancora nessun commento da parte di Valentino Rossi, mentre Fabio Quartararo commenta: “Buone notizie! Ecco il calendario 2020. Grazie Dorna e a tutta l’organizzazione per questo grande lavoro“.

Pol Espargarò, epicentro del mercato piloti nelle ultime ore, correrà forse la sua ultima stagione in KTM. Si di lui ci sono gli occhi della Repsol Honda che a breve potrebbe annunciare l’accordo. “Andiamo! Stiamo per tornare. Felice di vedere il calendario 2020“. Il collega di marca Miguel Oliveira accoglie con gioia il comunicato della Dorna. “La miglior notizie degli ultimi mesi, stiamo per tornare“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Stefan Bradl tester MotoGP

MotoGP, Honda conferma il test a Misano per fine agosto

Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, papà Graziano: “Valentino Rossi vuole chiudere vincendo”

MotoGP, Diego Gubellini e Fabio Quartararo

MotoGP, Diego Gubellini: “Il calendario non avvantaggia Fabio Quartararo”