motoe aegerter torres casadei

MotoE, Jerez2: Emergono Aegerter e Torres, guizzo tricolore con Casadei

Dominique Aegerter sta diventando uno dei candidati alla corona MotoE 2020. Primo podio per Torres, Casadei porta il tricolore in top 3. I commenti.

28 luglio 2020 - 10:44

Non si può dire che la seconda gara MotoE del 2020 non sia stata combattuta. Dal via alla bandiera a scacchi, per un totale di sei giri previsti, abbiamo assistito ad una sequenza di battaglie, quasi una Moto3 ‘concentrata’. Alcune hanno portato a cadute (senza conseguenze), altre hanno rimescolato la classifica. Alla fine il successo è andato a Dominique Aegerter, l’esordiente che sta già lasciando il suo segno nel campionato elettrico. Podio completato da un altro rookie, Jordi Torres, terza piazza invece per Mattia Casadei. I commenti del trio protagonista del round andaluso.

DOMINIO AEGERTER

“Tutto è ancora nuovo per me.” Ma in due gare Dominique Aegerter ha conquistato il primo podio, la prima pole position e la prima vittoria, nonché la leadership in classifica generale. Niente male per un pilota all’esordio su una moto mai guidata prima dei test a marzo. “È stato positivo avere due gare consecutive a Jerez” ha sottolineato. “Siamo riusciti a migliorare lo stile di guida e la moto.” Non è mancata un po’ di agitazione. “Ero davvero nervoso la notte prima della gara” ha confessato. “Ho pensato troppo. Sapevo di avere un buon ritmo, ma la competizione era corta e dovevo rimanere concentrato al 200%.”

Dopo tanti pensieri, arriva la gara. “Sono partito molto bene e, anche se nei primi due giri c’è stata grande battaglia, ho cercato di mantenermi davanti.” Una bella lotta iniziale soprattutto con Medina e Ferrari, prima di accumulare sempre più vantaggio, riuscendo a darsi alla fuga. “Il mio ritmo era davvero fantastico!” Arriva così la prima vittoria MotoE. “Sono davvero felice, spero che i fan da casa abbiano apprezzato lo spettacolo.” Grazie al KO di Granado e Ferrari poi conquista anche la prima piazza in classifica generale. Inutile dire come Aegerter sia diventato uno dei candidati per il campionato.

PRIMO PODIO PER TORRES 

Jordi Torres è un altro degli esordienti da tenere d’occhio. Il pilota Pons Racing si era già messo in evidenza nella scorsa gara, lottando fino alla fine per le prime posizioni, ma stavolta ha fatto un ulteriore passo avanti. La battaglia di Jerez2 non è stata meno intensa di quella della settimana precedente, ma lo spagnolo riesce a cogliere lo spunto giusto per salire sul podio. Secondo posto in gara e conseguente secondo posto in classifica generale, ad 11 lunghezze dal nuovo leader Aegerter.

“Una gara piuttosto intensa” ha commentato Torres con un largo sorriso. “Tanti sorpassi al limite ed era piuttosto facile cadere, ma siamo riusciti a leggere bene tutte le situazioni ed a mantenerci al posto giusto. Con calma, siamo riusciti a rimanere nel gruppo di testa per tutta la gara.” Stessa situazione di sette giorni prima, ma con qualche dato un più, visto che si correva sulla stessa pista. “Sono riuscito a realizzare molti giri veloci: abbiamo il ritmo per stare davanti. Non vedo l’ora che arrivi già Misano!”

TRICOLORE SUL PODIO CON CASADEI

Non saliva sul podio dall’anno scorso, precisamente dal round di Misano, ma quest’anno ecco un 3° posto alla seconda gara stagionale. Mattia Casadei vuole essere protagonista in questa seconda annata MotoE e lo sta dimostrando. Dopo il quinto posto a Jerez1, non troppo lontano dal vincitore, arriva il primo piazzamento sul podio dopo una nuova intensa battaglia. Certo beneficia anche dell’incidente tra Granado e Ferrari, ma non per questo è un risultato ‘regalato’. Ora l’alfiere SIC58 Squadra Corse occupa il 4° posto in classifica generale.

“È stata una gara davvero difficile” ha dichiarato Casadei al parco chiuso. “Dopo aver provato tante cose nelle libere sono riuscito ad impostare un buon ritmo in gara.” Ha assistito anche in prima persona al botto tra Ferrari e Granado (proprio davanti a lui) che l’ha costretto ad un piccolo lungo. “Per me meglio così, è arrivato il podio!” ha commentato ridendo. Il prossimo round si svolgerà a settembre a Misano, un tracciato che gli piace molto e sul quale ha ottenuto il primo risultato di peso in MotoE. “Vedremo di fare bene.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fernandez moto3

Moto3, Brno: Raúl Fernández top nelle FP3, 15 piloti sanzionati

MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: oggi si opera, ritorno in pista per l’Austria-2

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: gomma Michelin indomabile, un aiuto dall’holeshot