MotoE, Bradley Smith: “Stiamo portando una nuova tecnologia”

Bradley Smith, uno dei piloti al via in MotoE, apprezza il lavoro svolto finora per questo nuovo campionato. "Il pacchetto è già di alto livello."

14 maggio 2019 - 20:43

La nuova Coppa del Mondo MotoE prenderà il via quest’anno a luglio, partendo dalla tappa al Sachsenring. Il campionato elettrico sembra dividere gli appassionati delle due ruote, ma tutte le persone coinvolte in questo progetto stanno svolgendo un gran lavoro e ne parlano in termini entusiastici. Tra di loro anche Bradley Smith, uno dei 18 piloti al via, che apprezza il lavoro compiuto finora e parla di grande innovazione.

Tester nella categoria regina del Motomondiale per Aprilia, il britannico è totalmente coinvolto anche in questo nuovo progetto elettrico. Le impressioni sono positive e c’è tanta voglia di dare il via ad una nuova era: tutti i piloti hanno particolare esperienza a livello internazionale ed il lavoro svolto ‘dietro le quinte’ è importante. Ci si aspetta molto da questa FIM Enel MotoE World Cup: i piloti saranno in azione per i test il mese prossimo, prima di dare il via alla stagione.

“Stiamo portando una tecnologia completamente nuova nel mondo del motociclismo” ha dichiarato Bradley Smith a motogp.com. “Vogliamo vedere dove possiamo portarla. Per prima cosa è impressionante il grande lavoro svolto da Energica e da tutti i collaudatori. Il pacchetto portato nei test a Jerez è già di alto livello. Abbiamo una ventina di piloti da Campionato del Mondo, sarà una battaglia quest’anno perché le moto sono simili tra loro. Tutto questo spinge a dare sempre il massimo e secondo me porterà anche la passione per questo campionato.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”