Niki Tuuli

MotoE, Austria: Prove 2, Niki Tuuli si conferma

Niki Tuuli si conferma il più rapido nelle FP2 in Austria, seguono Casadei e Smith. Si indaga sulle cause dell'incendio della MotoE del finlandese.

9 agosto 2019 - 17:29

La sua Energica Ego Corsa è andata a fuoco poco meno di un’ora prima, ma è ancora lui a dettare il passo al Red Bull Ring. Niki Tuuli anzi abbassa di ben sei decimi il tempo del mattino, chiudendo nuovamente al comando della classifica. Dietro di lui c’è l’italiano Mattia Casadei, terza piazza per Bradley Smith.

Il turno ha preso il via regolarmente dopo l’incendio (subito domato) alla moto di Tuuli. L’incidente, partito appunto dalla Energica Ego Corsa del finlandese, in quel momento in carica, è sotto investigazione. Come detto, il piccolo incendio è stato subito domato dagli addetti (in foto) e la MotoE continua come programmato, a partire dalle FP2.

Anche il pilota finlandese è subito in pista, in sella però ad una moto sostitutiva, ma non sembra sentire la differenza. Proprio lui infatti si pone subito al comando della classifica, con un tempo di circa sei decimi migliore rispetto al mattino. Niki Tuuli chiuderà nuovamente al comando, seguito da Mattia Casadei (a sei decimi) e da Bradley Smith.

La classifica delle FP2

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco: “Dopo l’addio di Lorenzo il vento è cambiato”

MotoGP, Fabio Quartararo e Maverick Vinales

MotoGP, Yamaha mea culpa: “Sull’elettronica abbiamo sbagliato”

tony arbolino mugello 2019

Tony Arbolino, la vittoria al Mugello diventa un tatuaggio