salac moto3

Moto3, Test Qatar: Giorno 2, acuto di Filip Salač

Filip Salač si impone nella seconda giornata di test in Qatar, seguono Dennis Foggia e Gabriel Rodrigo. I tempi del sabato di prove.

29 febbraio 2020 - 14:07

Giorno 2 di test Moto3 in Qatar chiuso con Filip Salač al comando non solo della classifica del sabato, ma dei due giorni. Il giovane ceco di Snipers Team stampa un 2:04.892 nell’ultimo turno, staccando di oltre mezzo secondo Dennis Foggia, terzo in classifica combinata è il protagonista del venerdì, Gabriel Rodrigo. Regolarmente in azione anche Romano Fenati, fermato ieri dall’influenza (e negativo al test precauzionale per il coronavirus).

Prima sessione di giornata che i tempi già molto vicini a quanto fatto nell’ultimo turno del venerdì. Al comando chiude il pilota Red Bull KTM Ajo Raúl Fernández, autore di un 2:05.798, a precedere Albert Arenas (Aspar Team). Seguono ben tre ragazzi italiani, ovvero Tony Arbolino (Snipers Team), Dennis Foggia (Leopard Racing) e Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse), ma troviamo in top ten anche il rookie Davide Pizzoli del team BOE.

Ci pensa Gabriel Rodrigo nella seconda sessione di giornata a limare il suo miglior crono del venerdì. L’alfiere di Fausto Gresini stampa un 2:05.487, che gli permette di assicurarsi la prima piazza davanti al nostro Tony Arbolino ed a Sergio García (Estrella Galicia 0,0). Tra i primi dieci c’è di nuovo Dennis Foggia, autore del sesto miglior crono a sei decimi dal pilota argentino.

L’acuto di giornata però arriva nella terza ed ultima sessione di questo sabato. Filip Salač, neo acquisto Snipers Team, è l’unico a scendere sotto il muro di 2:05. Il giovane pilota ceco il duo Leopard Racing, Dennis Foggia e Jaume Masiá, di oltre mezzo secondo, ma stacca di più di sette decimi anche il compagno di box Tony Arbolino, 5° in queste FP3 di giornata.

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

brad binder ktm motogp

MotoGP, Brad Binder: “Test Misano? All’inizio mi sentivo perso”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi ritorna sulla Ferrari GT3: “Che bello risalire sulla Bestia”

syahrin moto2

Moto2, Hafizh Syahrin: “Devo lavorare sui miei punti deboli”