Moto3, Silverstone: Prove 3, 1-2 Snipers con Arbolino e Fenati

Tony Arbolino abbassa ancora il record della pista, imponendosi nelle FP3. Doppietta Snipers con Romano Fenati 2°, segue Marcos Ramírez.

24 agosto 2019 - 10:52

Il Team Snipers domina la terza ed ultima sessione di prove libere Moto3. Tony Arbolino è ancora il più rapido, infrangendo il muro di 2:11 e riscrivendo ancora una volta il nuovo record del tracciato. In seconda piazza c’è il compagno di box Romano Fenati, distante 187 millesimi, mentre in terza piazza c’è Marcos Ramírez, all’ultimo davanti a Niccolò Antonelli. Qualifiche al via alle 13.35 ora italiana.

A pochi minuti dal via registriamo un violento highside per Masaki alla curva 6: per il giapponese è il secondo incidente del weekend. Seguono poco dopo anche Rossi (in azione con un dito infortunato dopo un incidente in allenamento) e López, anche loro nei primi minuti del turno. La sequenza però non si ferma: nella seconda parte della sessione finisce a terra pure il leader Dalla Porta. In pista però registriamo anche momenti particolari, come Fenati che sbotta contro i piloti ‘lenti’ in traiettoria. Da pensare che potrebbero arrivare penalità in seguito.

Nella prima giornata il record della pista è stato cancellato, ma fin da queste FP3 si fa ancora meglio. Arbolino in particolare è l’unico a scendere sotto il muro di 2:11, davanti ad Antonelli ed al pilota di casa McPhee. Al momento dell’assalto finale c’è un po’ di confusione: alcuni ragazzi infatti sbagliano il tempo e non riescono a realizzare l’ultimo giro veloce. La testa della classifica in ogni caso rimane nelle mani di Tony Arbolino, seguito dal compagno di squadra Romano Fenati e da Marcos Ramírez. Per i nostri colori, rimangono fuori dalla Q2 Nepa, Foggia, Vietti e Rossi.

La classifica delle FP3

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alex marquez

MotoGP: Alex Márquez con LCR Honda nei test a Valencia

johann zarco

MotoGP: Johann Zarco-Ducati, trattative ancora in corso?

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo in Indonesia per riscoprire la libertà