guevara moto3

Moto3, non solo Pedro Acosta: gli altri rookie dopo quattro GP

Pedro Acosta sta sbaragliando la concorrenza anche tra i rookie. Ma come sono andati finora gli altri esordienti? Il punto su Guevara, Artigas, Fernández, Izdihar e Fellon.

7 maggio 2021 - 12:55

In Moto3 stiamo vivendo un momento particolare grazie ad un incredibile rookie. Pedro Acosta ha messo a referto tre vittorie ed un podio in quattro GP finora disputati, mantenendo saldamente anche la testa della classifica iridata (il 2°, Antonelli, è a -51!). Mai nessun esordiente aveva fatto come lui. Un exploit pazzesco per il campione Red Bull Rookies Cup in carica, ma ricordiamo che non è l’unico ragazzino al debutto nella classe minore del Motomondiale. Come stanno andandogli altri volti nuovi? Vediamo i risultati ottenuti finora.

Izan Guevara

Dopo Acosta, nella classifica dei rookie c’è il campione CEV Moto3 in carica, portato nel Mondiale dalla struttura di Jorge Martínez. Certo non è da sottovalutare il suo inizio di stagione, con tre piazzamenti a punti in quattro gare e nelle zone alte. A cominciare dal bel 7° nella prima gara a Losail, diventato un ottimo 6° nella replica sulla stessa pista qatariota. Non è molto fortunato invece nella tappa a Portimao, quand’è incolpevole protagonista di un incidente con Toba: alla ripartenza non riesce ad andare oltre il 24° posto. Si riprende invece a Jerez, tagliando il traguardo in 11^ piazza e mettendo a referto il giro veloce in gara.

Xavi Artigas

Inizio di stagione non proprio memorabile per la new entry del team Leopard Racing. In quattro GP infatti contiamo una sola gara conclusa, e con un’ottima top ten. Ma partiamo dal principio: il suo campionato comincia con un botto multiplo da lui provocato a nel primo evento a Losail (sanzionato con una doppia Long Lap Penalty). Cade anche nel GP di Doha, stavolta incolpevolmente dopo un contatto con Tatay. Gli zeri diventano tre dopo un altro incidente a Portimao, stavolta dopo essere stato colpito al posteriore da Rodrigo. Ha un po’ più di fortuna a Jerez, pista su cui disputa una gran gara, riuscendo infine ad agguantare un’ottima nona posizione.

Adrián Fernández 

Continuiamo la nostra carrellata con il primo del rookie non ancora in zona punti, ovvero il secondo alfiere del Max Racing Team. Un inizio di stagione davvero molto complicato: nel GP del Qatar è 17°, sanzionato anche con una Long Lap Penalty nel corso della gara per troppe uscite di pista. Nella seconda corsa dell’anno è protagonista di un incidente che lo costringe al ritiro. A Portimao invece stava realizzando davvero una bella gara, ma commette un errore che pone fuori dai giochi anche Suzuki. Non è meno difficile anche la tappa a Jerez, anzi il giovane spagnolo, 24° al traguardo, si è visto assegnare ben quattro Long Lap Penalty in una sola gara…

Andi Farid Izdihar 

Segue il pilota Honda Team Asia, fino all’anno scorso in Moto2 e passato quest’anno alla categoria Moto3. Finora il suo purtroppo non è stato un esordio da ricordare, a cominciare dal doppio evento inaugurale a Losail: è 21° nella prima gara, 22° nella seconda. Chiude qualche posizione più avanti a Portimao, tagliando il traguardo in 18^ posizione, un piazzamento che ripete anche nell’ultimo appuntamento finora disputato a Jerez de la Frontera.

Lorenzo Fellon 

Non è andata meglio al rookie di casa SIC58 Squadra Corse, che chiude anche la classifica degli esordienti in base ai risultati finora ottenuti. Inizia la stagione con un 19° posto a Losail, diventato 20° nella replica sulla stessa pista, con in aggiunta anche una Long Lap Penalty disputata in gara. A Portimao taglia il traguardo in 22^ posizione, una più giù infine nella tappa a Jerez, con un’altra sanzione comminata prima della gara (per i famosi “treni” tra libere e qualifiche).

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, LCR Honda Team 2021

MotoGP, LCR Honda: a fine stagione si ritira il direttore sportivo

MotoGP, Max Biaggi

MotoGP, Max Biaggi: “Nessun confronto tra Bastianini e Marini”

MotoGP, Giacomo Agostini

MotoGP, Giacomo Agostini: “Luca Marini non convince ancora”