albert arenas

Moto3, Misano, Prove 1: Comanda Arenas, segue Antonelli

Albert Arenas all'ultimo in testa nella prima sessione di prove libere. A seguire Niccolò Antonelli e Gabriel Rodrigo.

13 settembre 2019 - 9:50

La prima giornata sul tracciato di Misano si apre con Albert Arenas in testa alla classifica. L’alfiere Angel Nieto Team stampa all’ultimo il miglior crono delle FP1, seguito dall’italiano Niccolò Antonelli e dal rientrante Gabriel Rodrigo. Seguono i tre sfidanti per la lotta iridata, vale a dire Tony Arbolino, Lorenzo Dalla Porta e Aron Canet. Il secondo turno di libere partirà alle 13:15.

Da segnalare per prima cosa il ritorno in pista di Rodrigo, rimessosi dal doppio infortunio a clavicola e bacino. Due wild card in programma per questo fine settimana: parliamo dell’italiano Elia Bartolini e della seconda occasione mondiale per Meikon Kawakami. Quest’ultimo però non inizia al meglio, protagonista di una scivolata alla curva 6. Poco prima finisce a terra anche Can Öncü alla curva 2: il rookie turco verrà portato al Centro Medico per controlli. Da notare che il team finora chiamato Bester Capital Dubai team è in pista senza il logo del maggiore sponsor. Ora presenta una livrea tutta nera e la precedente denominazione WWR (World Wide Race).

Classifica soggetta a continui cambiamenti, con italiani, spagnoli e giapponesi in particolare nella lotta al vertice. Ad una decina di minuti dalla fine c’è Toba in testa, ma il pilota giapponese è protagonista poco dopo di un violento highside al Tramonto (dove è posizionata la zona per la Long Lap Penalty). Si rialza piuttosto acciaccato, ma sembra complessivamente a posto. Sul finale balza al comando Albert Arenas, che precede Niccolò Antonelli ed il rientrante Gabriel Rodrigo. Quinta piazza per il leader Lorenzo Dalla Porta, tra i rivali in campionato Arbolino (4°) e Canet (6°).

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Ducati off-limits: Johann Zarco al posto di Pecco Bagnaia?

Danilo Petrucci a Phillip Island

MotoGP, Petrucci-Ducati divorzio completo: “Per me non c’è spazio”

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Non devo dimostrare nulla, ma nella vita non si sa mai”