mcphee moto3

Moto3, John McPhee: “Fare bene per passare in Moto2 nel 2021”

John McPhee pensa alla Moto2 nel 2021. Prima però bisogna fare bene in Moto3: aiuta il provvisorio 2° posto iridato con due podi in tre GP.

6 agosto 2020 - 15:10

La stagione attuale è appena iniziata, ma ciò non toglie che i piloti facciano progetti per il 2021. John McPhee non è da meno: al momento 2° in classifica Moto3, il pilota Petronas Sprinta Racing punta al passaggio di categoria per il prossimo campionato. Certo è conscio del fatto che servono risultati, ma sicuramente aiutano (anche moralmente) i due podi conquistati nei primi tre GP finora disputati (sarebbero stati tre senza l’incidente finale a Jerez1). Oltre ad essere il primo scozzese ad aver vinto una gara, nel suo caso due, da McIntyre nel 1962.

“Penso sia il momento giusto per considerare il passaggio in Moto2” ha dichiarato McPhee nel corso delle interviste del giovedì pre-GP. “Stiamo dimostrando di essere abbastanza competitivi da poterlo fare, e mi piacerebbe riuscirci con la famiglia Petronas. Aspettiamo e vediamo, adesso c’è del lavoro da fare.” Ma non attenderà tanto a lungo prima di iniziare a discutere sul suo futuro. “Il prossimo mese devo già cominciare a capire che possibilità ci sono. Questa è una stagione strana, tutto avverrà in fretta.”

Obiettivo la classe intermedia nel 2021, ma prima bisogna concentrarsi a fondo su questo campionato. Con una differenza sostanziale rispetto alle stagioni precedenti.“Per la prima volta nella mia carriera sto correndo per due anni con la stessa squadra, la stessa moto, tutto uguale. Questa è una grande differenza: la fiducia è aumentata, posso concentrarmi solo sulla mia guida ed essere sempre più competitivo. Non abbiamo la moto perfetta, ma ne conosco meglio i limiti e posso lavorarci su.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

bendsneyder moto3 motogp

MotoGP: le beffe dell’ultimo giro, o addirittura degli ultimi metri

fausto gresini motogp

MotoGP: Fausto Gresini, sveglio e collaborativo. “Grande forza di volontà”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Pit Beirer: “Con Danilo Petrucci gestiremo meglio di Ducati”