jaume masia moto3

Moto3 GP Qatar: Masiá vittoria al fotofinish, che esordio per Acosta 2°!

Jaume Masiá si impone nella prima grande battaglia Moto3 dell'anno. Solo sul traguardo la spunta sul rookie e collega Pedro Acosta, 3° è Darryn Binder.

28 marzo 2021 - 16:44

Scoppiettante inizio di stagione per quella che da anni è ormai la categoria più combattuta del Motomondiale. Anche stavolta non manca una “solita” grande battaglia, dalla quale emerge Jaume Masiá. Ma riesce ad imporsi solo al traguardo: il rookie Pedro Acosta ed il poleman Darryn Binder non mollano, ma alla fine chiudono rispettivamente 2° e 3°. Per lo spagnolo è un gran podio all’esordio, per il secondo è certo un ottimo inizio di stagione. Gara non proprio memorabile per i nostri portacolori, gli unici di rilievo sono stati Niccolò Antonelli 6° (e brevemente anche al comando) e Romano Fenati 11° in rimonta. Non sono mancati incidenti o penalità.

Cadute e sanzioni da subito

Il vento visto in precedenza è leggermente diminuito (ma certo non cessato), si comincia! Ottimo scatto di Binder e Guevara, mentre la gara di Foggia finisce alla curva 3 (per contatto con Tatay). Non va meglio a Öncü, giù alla curva 6 per poi ripartire dal fondo. Ma è una partenza da incubo per gli italiani: cade anche Rossi alla curva 10, mentre Fenati riceve una doppia Long Lap Penalty per partenza anticipata. Per poi avere un bel pasticcio: il rookie Artigas cerca di passare all’interno alla curva 6, ma non c’è spazio e finisce per falciare McPhee, Alcoba e Migno (qui il botto multiplo). KO quindi alcuni dei protagonisti, ed in seguito ecco una Long Lap Penalty per guida irresponsabile per Tatay. Ad 8 giri dalla fine il rookie Fernández si unisce alla lista, Long Lap Penalty per troppe uscite di pista.

Che battaglia, vince Masiá!

La Moto3 ci ha ormai abituato a grandi lotte con tanti piloti protagonisti ed anche l’inizio di stagione 2021 non è diverso. Giro dopo giro infatti si forma un gruppo di 14 piloti in aperta competizione per le posizioni che contano, tra loro i rookie Acosta e Guevara, più l’italiano Antonelli. Una sorpresa è anche Suzuki, lo ricordiamo ancora non a posto fisicamente dopo il Covid e autore di una gran rimonta dal fondo fino al gruppo di testa. E sul finale rientra anche Fenati, nonostante la doppia sanzione! Giochi di scie, battaglie serrate… I ragazzi della classe minore del Motomondiale davvero non si risparmiano, regalando una prima emozionante gara in questo inizio di campionato. Finisce all’inizio dell’ultimo giro la speranza di gloria di Sasaki, sfortunatamente nella ghiaia della curva 2, mentre il duo KTM Ajo e Binder hanno decisamente lo spunto finale migliore. Sul traguardo trionfa Jaume Masiá, gran debutto per Pedro Acosta 2°, terzo è il pilota sudafricano.

La classifica

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Tecnica Yamaha M1 Quartararo

MotoGP, la tecnica: Quartararo e la M1, dettagli di una Yamaha mondiale

marquez espargaro honda motogp

MotoGP: Márquez-Espargaró, quella doppietta Honda attesa dal 2017

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi spiazza la conferenza: “C’è una ragazza nuda dietro di te”