fenati antonelli foggia moto3

Moto3: Fenati, Antonelli e Foggia, l’Italia che ha conquistato Silverstone

Romano Fenati regna a Silverstone, Niccolò Antonelli oltre l'infortunio, Dennis Foggia più costante. Domenica stellare per i nostri colori nel Regno Unito.

30 agosto 2021 - 12:59

Una tripletta tricolore a Silverstone nell’era moderna si era vista solamente nel 2015, quando in MotoGP Valentino Rossi ha trionfato davanti a Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso. Ieri anche la Moto3 ha fatto vedere un vero e proprio dominio italiano. Romano Fenati inarrestabile anche in gara dopo aver comandato tutti i turni precedenti. Niccolò Antonelli secondo con una mano ancora tutt’altro che a posto. Dennis Foggia terzo, al secondo podio consecutivo, resistendo agli assalti finali degli inseguitori, in particolare l’agguerrito rookie Guevara. E poteva essere anche una top 4 senza lo sfortunato KO meccanico di Migno… Una giornata memorabile per le due ruote nostrane.

Romano Fenati Re di Silverstone

In vetta fin dalle prime libere, riscrivendo il record assoluto per ben due volte. Arriva poi la seconda pole position consecutiva, seguita dall’ottimo scatto in gara e dalla fuga per la vittoria. Valentino Rossi l’aveva definito “The King of Silverstone” dopo le qualifiche e quest’anno si può dire che non ci sono stati davvero rivali per il pilota ascolano del Max Racing Team. Romano Fenati ha dettato legge per tutto il weekend tra le curve della pista britannica, conquistando infine il primo strepitoso successo della stagione 2021. Un fine settimana davvero da incorniciare, sfatando anche il tabù Silverstone per i piloti italiani in Moto3.

“Certo sono molto contento, questo era il nostro obiettivo” ha dichiarato l’esperto #55 a gara conclusa. “Il lavoro della squadra è stato pazzesco, la moto era fantastica.” Sottolineando però che “Dobbiamo pensare alle prossime gare: certo non è facile essere sempre al top come questo weekend, ma abbiamo il potenziale per riuscirci.” Terzo iridato al momento, guarda in alto. “Nulla è impossibile, anche se certo è difficile: Pedro [Acosta] è molto veloce, ma certo proverò a ridurre il gap. Non dobbiamo però pensarci troppo, concentriamoci su una gara alla volta.”

Niccolò Antonelli oltre l’infortunio

Ha tentato fino all’ultimo di insidiare un Fenati scatenato, incollandosi ai suoi scarichi e seguendolo come un’ombra per tutta la gara. Alla fine Niccolò Antonelli si è dovuto ‘accontentare’ del secondo posto, ma la sua è una gara memorabile. Ricordiamo infatti che tornava dalla frattura di terzo e quarto metacarpo della mano destra, una lesione ancora tutt’altro che sistemata. Lo stesso pilota Avintia Esponsorama infatti aveva parecchi dubbi riguardo questo Gran Premio… Ma forse è stato uno sprone in più, visto che ha messo a referto la sua miglior gara stagionale. Al punto da apparire decisamente sorpreso del risultato a corsa conclusa.

“È stato incredibile, non sapevo nemmeno se sarei riuscito a correre” ha sottolineato il #23. “Finire sul podio è qualcosa che davvero non mi aspettavo!” Ammette però anche che “Lo volevo tanto, quindi ho spinto assieme a Romano, in una gara molto rapida. Ma è stato un po’ più semplice a livello di lotta visto che non c’era il gruppo.” Solo sul finale s’è un po’ staccato dal connazionale. “Ho avvertito dolore alla mano” è la spiegazione. “Romano poi aveva davvero un gran ritmo e non volevo rischiare troppo, pensavo solo al podio, il nostro obiettivo. Spero nelle prossime gare di essere fisicamente vicino al 100%, il feeling con la moto è ottimo.”

Dennis Foggia, momento positivo 

“Ci sono parecchi zeri, ma ogni volta che sono andato a punti sono salito sul podio!” Basta questa frase per definire la stagione 2021 che sta vivendo Dennis Foggia, certo penalizzato parecchio da cadute e piazzamenti fuori dai punti. Sembra però aver trovato una maggiore regolarità ultimamente, visto che parliamo di cinque podi nelle ultime sette gare disputate. L’ultimo proprio ieri, riuscendo ad aver ragione di un combattivo gruppetto di inseguitori e completando così una splendida top 3 tricolore per la classe minore del Motomondiale. Oltre a tenere la quarta piazza iridata, con il connazionale e dominatore del GP nel mirino.

“Tanti complimenti a Romano, questo fine settimana è stato imprendibile” ha sottolineato subito il pilota Leopard Racing. “Sono contento poi del secondo podio consecutivo, sono punti importanti per il campionato. Avevo scelto la gomma dura, ma chi aveva la soft è passato davanti ed è riuscito a creare un buon margine.” I primi due scappano, lui rimane nel gruppetto a lottare per il terzo gradino (dopo il ritiro di Migno). Riuscendo ad imporsi. “È stata una bella battaglia con Guevara, volevo davvero tanto questo podio: ringrazio tutta la squadra, la moto era perfetta.” Riguardo il campionato, “Con Acosta è molto complicato. Al momento penso a prendere Fenati!”

Massaggio Capitale, relax a Roma

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha