deniz oncu moto3

Moto3: Deniz Öncü, altro gran podio. A 27 millesimi dalla vittoria

Deniz Öncü, gran 2° posto nel GP d'Austria. Sotto lo sguardo del "portafortuna" Kenan Sofuoglu e del "motivatore" Toprak Razgatlioglu.

16 agosto 2021 - 7:21

Possiamo parlare di “una settimana di ritardo”, ma il risultato è arrivato. La prima storica pole nel sabato del GP di Stiria e questa domenica ecco il conseguente premio in gara. Deniz Öncü ormai sta prendendo le misure, diventando sempre più protagonista della Moto3. Quinto in griglia di partenza, è partito alla grande portandosi subito a ridosso del poleman, per poi rimanere parte del battagliero sestetto in fuga, anzi spesso a capo del gruppo. Sul finale il leggero strappo, con lui e Sergio García rimasti a giocarsi la vittoria. Solo 27 millesimi l’hanno separato da un altro grande risultato, una conclusione che un po’ si rimprovera.

“Dopo l’incidente all’ultima curva a Jerez mi sono ripromesso di rimanere più calmo e di usare il cervello.” Passo dopo passo il 18enne pilota Tech3 si facendo vedere sempre più spesso nelle zone alte. Manca ancora un po’ di costanza, ma stanno arrivando i risultati. In Catalunya ecco il primo podio tanto cercato, una settimana fa mette a referto la prima pole position. Ed eccolo ancora protagonista del Gran Premio d’Austria, stavolta sotto l’occhio attento del mentore Kenan Sofuoglu, ma anche del talento WorldSBK ed amico Toprak Razgatlioglu. In diretta, mentre da casa c’era un più che orgoglioso gemello (ricordiamo Valencia 2018) a seguire la corsa.

“Rispetto alla scorsa settimana il team ha svolto un gran lavoro sulla moto” ha sottolineato. “Avevo fatto la pole position, ma negli altri turni non c’ero. Stavolta invece il mio peggior risultato è stato una quinta posizione, ero sempre nelle zone alte. Nel warm up poi ho visto che avevo davvero un gran passo, ho pensato che forse potevo scappare e vincere la gara!” L’intenzione è apparsa subito chiara, e per un breve lasso di tempo sembrava essere sulla strada giusta. Ma i cinque al seguito non erano molto d’accordo. “Ho comandato la corsa per parecchi giri, mi sono sentito molto forte in frenata o in curva, ma negli ultimi giri Sergio [García] mi ha passato.”

Un finale diverso da quello che si aspettava: il podio non gli basta più. “Ho perso la prima posizione ed ero abbastanza arrabbiato per questo: io volevo vincere. Secondo certo è un bel piazzamento, ma continuerò perché voglio vincere il più presto possibile.” Un altro gran risultato, stavolta davanti ad ospiti di riguardo. “Ogni volta che Kenan è venuto a vedermi sono salito sul podio! Forse è il mio portafortuna, gli dirò di venire a tutte le mie gare” ha sorriso il pilota turco. “Anche Toprak mi ha dato una motivazione extra, sta lottando in tutte le gare Superbike ed è venuto a supportarmi, a darmi qualche consiglio.”

Per i tuoi massaggi Thai

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha