dennis foggia aragon

Moto3: Dennis Foggia, la gioia del ritorno sul podio

Dennis Foggia sorride ad Aragón: arriva il secondo podio in carriera, ad un anno di distanza dal primo. "Stagione finora difficile, ma non ho mai mollato."

24 settembre 2019 - 7:01

Il primo podio mondiale di Dennis Foggia era arrivato nel 2018 in Thailandia. Ci è voluto quasi un anno per ripetersi, ma ecco un risultato di peso in una stagione non facile. Protagonista nel battagliero gruppo di testa dall’inizio alla fine, il pilota di Roma è riuscito ad avere lo spunto necessario per conquistare il terzo gradino del podio. Un’iniezione di fiducia per il campione CEV Moto3 2017, alla sua ultima stagione in Sky Racing VR46 e nella Academy, prima di aprire un nuovo capitolo in Leopard Racing.

Il fine settimana non era stato dei migliori. Lo testimonia l’undicesima casella in griglia ottenuta dopo le qualifiche, ma la gara è stata un’altra storia. Dennis Foggia è riuscito presto a recuperare terreno, piazzandosi nel gruppo di testa (senza contare Canet, già in fuga) e ponendosi tra i favoriti per la zona podio. Come sempre in Moto3 è una battaglia serrata e ad Aragón la storia non è cambiata: 19 giri segnati da continui sorpassi, una lotta sempre tra un gran numero di piloti. Sulla linea del traguardo solo Ogura gli chiude davanti, ma è un terzo posto dal significato speciale, il primo della stagione 2019.

La soddisfazione è grande. “È passato un anno dal mio ultimo podio” ha sottolineato Dennis Foggia. “Una gara durissima, un’altra rimonta e poi il terzo posto finale. Finora non è stata una stagione facile, ma non ho mai mollato. Ho continuato a lavorare a casa e in pista per trovare il feeling che volevo alla guida. Faceva davvero caldo e sono stati 19 giri tiratissimi, sempre in bagarre. Nell’ultima tornata ci ho provato, mi sono messo in testa e ho dato tutto.” Il pensiero va già al prossimo GP: “Non vedo l’ora di tornare in pista in Thailandia, dove ho centrato il mio primo podio.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: convivenza d’oro ma sempre difficile

lorenzo pedrosa

Pedrosa e Lorenzo: i numeri di due leggende con una storia incrociata

Andrea Migno al Ranch di Tavullia

Andrea Migno: “Che fatica dopo il Mugello, ora ripartiamo da Valencia”