beaubier moto2

Moto2 UFFICIALE Ecco Cameron Beaubier per l’American Racing Team

Un altro statunitense in arrivo in Moto2. American Racing Team ha ufficializzato Cameron Beaubier, cinque volte campione MotoAmerica Superbike.

24 ottobre 2020 - 8:50

Per uno statunitense che se ne va, eccone un altro in arrivo in American Racing Team. Cameron Beaubier, cinque volte campione MotoAmerica Superbike (l’ultimo titolo ottenuto proprio in questo 2020), è pronto per il debutto nel Mondiale Moto2. Un altro segreto di Pulcinella del quale ormai mancava solo l’annuncio ufficiale: la firma è già avvenuta durante la settimana, la conferma arriva in questo weekend di gare. Classe 1992, di Roseville, Beaubier ha davanti a sé quindi una nuova emozionante sfida in sella alla KALEX del team di Eitan Butbul lasciata libera da Joe Roberts, e sarà il nuovo compagno di box di Marcos Ramírez.

Prima dovrà chiudere la stagione MotoAmerica, che ha il suo gran finale con tre gare un programma giusto questo fine settimana a Laguna Seca. Ultima volta quindi in sella alla YZF-R1 di Monster Energy Attack Performance Yamaha, con cui aveva un contratto anche per il 2021. La casa dei tre diapason però ha deciso di lasciarlo libero per permettergli di approdare nel Campionato del Mondo. Si prosegue quindi sulla strada dichiarata da Butbul e dal suo team, ovvero portare giovani statunitensi nel Motomondiale ed aiutarli a crescere. Dopo Roberts, si continua nello stesso modo con Beaubier.

Parliamo di un pilota che sta lasciando un segno. Parliamo infatti del pilota più vincente nell’era MotoAmerica, in top 3 invece se consideriamo anche l’AMA Superbike (denominazione tenuta fino al 2014). Ora sembra giunto il tempo per compiere un altro passo. Ricordiamo infine che l’abbiamo già visto per una breve esperienza nel Motomondiale. Nel 2009 ha corso nell’allora 125cc con Red Bull KTM Motorsport, compagno di squadra un certo Marc Márquez… A referto anche una sua presenza Superbike: nel 2016 è a Donington con PATA Yamaha per sostituire l’infortunato Guintoli. Chiude con uno zero in Gara 1 ed un 10° posto in Gara 2.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)