luca marini

Moto2, Thailandia: Prove 1-2, Luca Marini in evidenza

Tetsuta Nagashima in testa nelle FP1, Luca Marini il migliore del venerdì. Il resoconto dei primi due turni di prove in Thailandia.

4 ottobre 2019 - 11:02

Prima sessione di prove libere con Tetsuta Nagashima al comando, ma è il tempo di Luca Marini nelle FP2 il migliore del venerdì. L’alfiere Sky Racing VR46 vuole essere ancora protagonista sul tracciato sul quale l’anno scorso ha conquistato una splendida doppietta con Bagnaia. In luce anche il pilota di casa Somkiat Chantra, che dopo qualche problema piazza il secondo miglior crono in classifica combinata. Sono tutti molto vicini: basti notare che abbiamo ben 24 piloti in meno di un secondo!

PROVE LIBERE 1: NAGASHIMA IMPRENDIBILE

Contiamo tre rientri da infortuni questo fine settimana. Dimas Ekky Pratama riprende il suo posto in Honda Team Asia, Pasini e Schrötter ripartono dopo le rispettive lesioni riportate a Misano. Il tedesco però scivola a circa metà turno, senza riportare conseguenze. NTS RW Racing GP anticipa l’ingresso di Raffin, ingaggiato per il 2020 e schierato al posto dell’appiedato Odendaal fin da questa gara. Pochi minuti e viene esposta la bandiera da pioggia, ma non sembrano esserci particolari problemi.

Per quanto riguarda i record della pista, Bagnaia detiene un 1:36.924, mentre il miglior crono in pole è un 1:36.374 di Baldassarri. Da registrare un incidente alla curva 12 per Roberts, che riesce poi a ripartire. Il turno si chiude con il nuovo record assoluto realizzato da Nagashima, unico a scendere sotto il muro di 1:36, con Augusto Fernández 2° a precedere Luca Marini, 11° il leader Alex Márquez.

PROVE LIBERE 2: ACUTO DI LUCA MARINI

Spinge fin da subito Nagashima, che vuole confermare il buon ritmo mostrato nelle FP1. Fin da subito si porta al comando, in una classifica che generalmente mostra tempi più alti rispetto alla mattinata thailandese. Si registrano poi problemi per il pilota di casa Chantra, costretto a fermarsi a bordo pista per guai meccanici. Il rookie thailandese però riuscirà in seguito a ripartire.

Va peggio invece a Pasini, appena rientrato da un infortunio. Il pilota Tasca Racing scivola alla curva 3, senza riportare conseguenze a livello fisico. Incidente finale poi tra Lowes e Cardelús: quest’ultimo viene evacuato in barella. Alla fine avremo Luca Marini al comando della classifica, con Somkiat Chantra a 8 millesimi e Tetsuta Nagashima a 13. A seguire c’è Alex Márquez 4°, con Enea Bastianini miglior rookie.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a Motegi

MotoGP, Valentino Rossi: “Yamaha può fare ogni cosa se vuole”

MotoGP Motegi

MotoGP Giappone: orari TV SKY, TV8 e streaming

suzuki guintoli motegi

MotoGP, Motegi: Suzuki, con Guintoli debutta un prototipo 2020