Brad Binder, Malaysian Moto2 2019

Moto2, Sepang: Prove 3, Brad Binder sfida Alex Márquez

Brad Binder contro Alex Márquez a colpi di record nelle FP3. Il sudafricano chiude davanti al leader iridato, 3° Tetsuta Nagashima.

2 novembre 2019 - 3:45

Battaglia a colpi di record in questa terza ed ultima sessione di prove libere. Alex Márquez abbassa per primo il miglior crono assoluto del tracciato, ma fa ancora meglio Brad Binder, che alla fine gli chiude davanti con un vantaggio di ben sei decimi. Terzo è Tetsuta Nagashima, incappato in una caduta proprio durante quello che avrebbe potuto essere il suo giro migliore. Bastianini, Marini e Di Giannantonio gli italiani in Q2.

Ultimo turno di libere che non inizia al meglio per il rookie del team Speed Up, protagonista di un incidente alla curva 8. Stessa sorte per Fernández, scivolato alla curva 9 dopo aver colpito al posteriore Bastianini. L’alfiere Italtrans deve tornare ai box per permettere ai suoi uomini di porre rimedio ai danni riportati dalla sua KALEX dopo questo contatto. Nel frattempo Márquez, che si prende subito qualche rischio, si porta presto al comando della classifica combinata con il nuovo miglior giro assoluto a Sepang. Cancellato il 2:05.629 che gli apparteneva dall’anno scorso, sostituito da un 2:05.402 stampato nei primi minuti.

Bezzecchi rientra ai box dopo pochi giri, sembra per qualche problema tecnico sulla sua KTM. Marini invece scivola nel finale alla curva 1, un incidente senza conseguenze. Márquez rimane a lungo in testa alla classifica, ma negli ultimi minuti si mettono in evidenza Brad Binder e Nagashima. Il giapponese non porta a compimento il suo giro da record per un incidente nel tratto finale, trascinando con sé anche l’incolpevole Baldassarri. Riesce invece il tentativo del sudafricano che, dimentico dei problemi ad inizio turno, balza al comando con il nuovo miglior crono assoluto.

La classifica delle FP3

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fenati test privati jerez

Moto2-Moto3: La pioggia pone fine ai test a Jerez

Andrea Iannone a Valencia

MotoGP, Andrea Iannone spegne l’incendio: “Giri motore troppo alti”

Alberto Puig team manager HRC

Puig: “Alex Marquez alto, eravamo abituati a Dani Pedrosa”