Moto2, Mugello: Mattia Pasini “Non poniamoci limiti”

Mattia Pasini alla prova del Mugello, il suo tracciato preferito, sul quale ha vinto tre volte in tre categorie diverse. Obiettivo? Pochi dubbi: la vittoria.

29 maggio 2019 - 11:48

Gran Premio d’Italia ormai alle porte ed anche Mattia Pasini avrà l’occasione di prendervi parte. Rimasto senza sella alla fine del 2018, l’italiano, ingaggiato come commentatore TV per il Motomondiale, ha potuto disputare qualche gara sostituendo piloti infortunati. Ora è nelle file di Petronas Sprinta Racing al posto di Khairul Idham Pawi, KO per un’importante lesione alle dita di una mano. Dopo Le Mans, ‘Paso’ sarà in azione anche in casa, sullo storico Autodromo del Mugello.

Stiamo parlando nientemeno che del tracciato preferito del pilota di Rimini, che apprezza in particolare le due curve Arrabbiata della pista toscana e che non nasconde l’intenzione di puntare alla vittoria. Un obiettivo già conquistato nel 2017 con il primo successo in Moto2 proprio al Mugello, dopo aver ottenuto la pole position. Pasini ha ottenuto il successo in questo GP in tre differenti categorie: aggiungiamo infatti la vittoria in 250cc nel 2009 e prima ancora quella in 125cc nel 2006.

“Spero di disputare un fine settimana simile a quello di Le Mans, con maggiore fortuna domenica.” In Francia la gara si è chiusa presto per un incidente con Baldassarri, caduto poco prima e che l’ha trascinato con sé. Conferma poi che “Il Mugello mi piace molto, sono sempre stato veloce. Dobbiamo lavorare per puntare almeno alla top 5, ma il mio obiettivo è la vittoria e non dobbiamo porci alcun limite. Penso che il Mugello sia uno dei circuiti più belli del mondo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jack Miller e Valentino Rossi

Valentino Rossi in Formula 1, Jack Miller: “Preferisco il rally”

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ritorna a Lugano: tempo di affari e incognita MotoGP

MotoGP, Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, Dovizioso provaci ancora: Marquez obiettivo non impossibile