moto2 misano-2

Moto2 Misano-2: Italiani giù dal podio, Vietti salva il bilancio azzurro

Podio Moto2 ancora senza italiani a Misano-2. Celestino Vietti però ci va molto vicino, top ten anche per Stefano Manzi e Fabio Di Giannantonio.

28 ottobre 2021 - 18:14

È appena andato in archivio il secondo round stagionale a Misano, ma la situazione è la stessa del GP di San Marino. La Moto2 è di nuovo l’unica categoria senza italiani sul podio, un bel calo dopo la doppietta del GP dell’Emilia Romagna 2020 con Enea Bastianini e Marco Bezzecchi. Da dire però che almeno uno dei nostri alfieri ci è andato davvero vicino. Stiamo parlando del rookie Celestino Vietti, che ha lottato molto a lungo per il terzo gradino del podio, perdendo terreno solo sul finale. L’alfiere Sky VR46 coglie così il miglior risultato stagionale, a cui aggiungere il 6° posto di Stefano Manzi ed il 9° di Fabio Di Giannantonio, unici italiani in top ten ed a punti.

Quasi-podio a Misano

Da sottolineare però in particolare Celestino Vietti, che da rookie ha lottato per la prima volta per il podio in classe intermedia. Non era semplice, viste le condizioni decisamente mutevoli nel corso del weekend, ma ‘Celin’ ha tirato fuori tutta la sua grinta per mettere a referto una gran gara. Il suo quarto posto migliora nettamente la doppia P6 ottenuta nei due eventi in Austria, oltre ad essere il miglior piazzamento di un italiano a Misano. “Abbiamo fatto un gran lavoro con tutta la squadra.” Dopo turni complessi con anche una caduta, il feeling è tornato ed è riuscito a dire la sua in gara dopo il 5° posto in griglia. “Ho lottato per il podio fino alla fine. Sono felice, ma dobbiamo continuare a lavorare per compiere un altro step in avanti.”

Manzi in evidenza, Di Giannantonio in rimonta

Non hanno lottato per il podio, ma hanno comunque messo a referto gli unici altri piazzamenti tricolori in top ten. Stefano Manzi ha messo a referto il miglior weekend stagionale, anzi il suo miglior GP negli ultimi due anni. Settimo in griglia di partenza, l’alfiere Pons Racing ha realizzato una gara solida, tagliando il traguardo in sesta piazza. “È andato tutto bene, abbiamo disputato una buona corsa” ha commentato l’italiano a GP concluso.

Ben più indietro Fabio Di Giannantonio, rimasto fuori dalla Q2 e quindi solo 20° in griglia di partenza. Ma il pilota Gresini Racing, con livrea e casco speciali per l’evento, ha dovuto lottare parecchio per risalire, conquistando un’ottava piazza molto importante. Peccato appunto per la partenza… “Soddisfatto della prestazione, molto meno del risultato” ha dichiarato. “È stato compromesso da un fine settimana complicato, ma oggi dovevamo fare bene e in qualche modo ci siamo riusciti.”

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia

MotoGP, Fonsi Nieto

MotoGP, Ducati Pramac nomina il sostituto di Francesco Guidotti