bezzecchi moto2 test jerez day2

Moto2, Marco Bezzecchi: “Siamo vicini ai più rapidi della categoria”

Iniezione di fiducia per Marco Bezzecchi, il migliore del secondo giorno a Jerez. In evidenza anche Aron Canet e Jorge Martín. Le parole dei tre protagonisti.

21 febbraio 2020 - 7:48

Seconda giornata di test davvero positiva per Marco Bezzecchi. Il pilota Sky Racing VR46 ha stampato il miglior crono finora a Jerez. Un’iniezione di fiducia dopo una prima annata in Moto2 particolarmente difficile con la KTM del team Tech3. Dietro di lui occhio al rookie Aron Canet, che con la Speed Up del Aspar Team si è mostrato già davvero rapido, ma non è da meno anche Jorge Martín, che pur non al top della forma si è messo in evidenza con il terzo tempo di giornata. Venerdì terzo ed ultimo giorno di prove.

“Abbiamo lavorato tanto già nei test privati” ha dichiarato Marco Bezzecchi. “Siamo riusciti a trovare un buon feeling con la moto. Abbiamo provato a realizzare qualche giro veloce, ma anche il ritmo è davvero ottimo. Abbiamo visto che riusciamo ad essere molto vicini ai piloti più rapidi di questa categoria.” Si riparte in questo 2020 con un altro team ed un’altra moto, la KALEX, uniti da una rinnovata fiducia dopo un anno d’esordio complesso. “Mi lascio alle spalle un 2019 piuttosto difficile e la motivazione è molto alta. Dobbiamo continuare in questo modo, lavorando bene sia qui che in Qatar.”

Ottima giornata anche per Aron Canet, autore del secondo miglior crono del giovedì. Sembra esserci già un buon feeling con la Speed Up alla sua prima uscita ufficiale da pilota Moto2. “Prima di cominciare questi test mi vedevo forse tra i primi 15” ha detto il vice-iridato Moto3. “Dopo questa giornata però ho capito di avere già un buon ritmo. La moto mi piace molto e mi trovo bene con la squadra. Sarà la mia prima stagione in questa categoria ed al momento questo è solo un test. Dobbiamo continuare a lavorare sul ritmo, che è l’aspetto più importante, poi vedremo cosa succederà.”

Jorge Martín è ancora convalescente da un recente infortunio, ma sembra che le cose stiano migliorando. Almeno stando ai tempi, visto che ha chiuso come terzo di giornata. “Mercoledì perdevo troppo spesso l’anteriore” ha commentato. “Abbiamo effettuato cambiamenti radicali, provando diversi setting, ed alla fine abbiamo capito quale strada percorrere. Mi sono sentito molto meglio e sono riuscito a spingere di più. Mi mancava grip al posteriore, ma il feeling anche con le gomme usate è migliorato. Al momento soffro un po’ nelle curve a sinistra, viste le mie condizioni, ma nel complesso stiamo lavorando bene.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Maverick Vinales

Maverick Vinales: “Valentino Rossi sorrideva sempre e non capivo perché”

di giannantonio moto2 box18

Fabio Di Giannantonio a Box 18: “Speciale la prima pole a Misano”

MotoGP piloti

MotoGP, il mercato piloti prepara altri colpi di scena