bezzecchi moto2

Moto2: Marco Bezzecchi, la stagione della crescita. E per il 2021…

Marco Bezzecchi, che passo avanti nel 2020. "È cresciuto tantissimo" ha detto Pablo Nieto. Pochi dubbi sul fatto che sarà ancora tra i protagonisti in Moto2.

29 novembre 2020 - 8:14

“Ancora in lotta per il titolo all’ultima gara. Non me lo sarei mai aspettato ad inizio stagione.” Così Marco Bezzecchi si esprimeva in conferenza stampa in vista del gran finale. Ma certo è che l’alfiere Sky VR46 ha disputato un campionato notevole, soprattutto pensando al suo esordio. Certo parliamo di un’altra moto, un altro team e qualche episodio sfortunato, ma dalla maggioranza di zeri è passato ad essere un contendente fisso per la zona podio, con poche eccezioni. Gli alfieri italiani stanno brillando negli ultimi anni in Moto2, non è per niente assurdo pensare che potrebbe anche arrivare il suo turno.

Erano ancora in quattro in lotta all’ultima gara. Il campione Bastianini ed il vice-campione Marini l’anno prossimo saranno in MotoGP. Certo ogni stagione è una storia a sé, ma in questo 2020, pur con tutte le complessità della situazione attuale, Bezzecchi si è messo in bella evidenza. Comincia la stagione con un 12° posto, dopo la lunga pausa forzata colleziona una caduta. Dall’Andalucía cambia musica: ecco il primo podio, diventano costanti i piazzamenti in top ten, colleziona una vittoria ed altri tre podi che gli permettono di scalare la classifica iridata. Il doppio round ad Aragón però si chiude con due cadute, sempre quando si trovava in lotta per la vittoria.

Probabilmente, anzi, sicuramente senza questi due incidenti avrebbe accusato un distacco ben minore dei 23 punti con cui è arrivato a Portimao. Prima della tappa portoghese infatti aveva messo a referto un nuovo successo ed un altro podio, in entrambe le occasioni con tutti i diretti rivali alle sue spalle. All’Autódromo do Algarve, sede dell’ultimo round stagionale, chiude quarto dopo una bella rimonta (era 12° in griglia), per un 4° posto iridato a -21 dal nuovo campione del mondo. L’anno prossimo sarà lui l’uomo di punta della squadra, affiancato dall’esordiente e grande amico Vietti.

“È cresciuto tantissimo in questa stagione” ha sottolineato Pablo Nieto una volta conclusa l’ultima gara del 2020. “Adesso è a tutti gli effetti un protagonista della categoria.” Come detto, un bel salto dopo un 2019 difficile. “Certo, avrei evitato qualche errore… Ma sono fiero di com’è andata quest’anno” aveva rimarcato Marco Bezzecchi. Parlare già di possibili favoriti per il 2021 è decisamente prematuro, ancora di più se consideriamo una categoria come la Moto2. Quello su cui però ci sono pochi dubbi è che il #72 è determinato a far parlare di sé nella classe di mezzo.

2 commenti

marcogurrier_911
17:01, 29 novembre 2020

Mondiale moto2 quest anno è stato entusiasmante, come quello della moto3
Bravi per averci tenuto col fiato sospeso

fzanellat_12215005
14:49, 29 novembre 2020

Bezzecchi ha più talento di Marini e lo ha dimostrato
nella parte finale di stagione.
Gli manca un pò di esperienza( solo 2 anni in Moto2)
ma il potenziale è alto.
In Moto2 non c’è un fuoriclasse capace di dominare
la categoria.
Bezz e Lowes sono i candidati più credibile nel
titolo 2021.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

jack miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “In passato ero troppo sicuro di me stesso”

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Inutili i due test di Andrea Dovizioso”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci ultimo: dubbi sul rinnovo di contratto?