manzi moto2

Moto2: Manzi-MV Agusta, una pole storica. Può ripetere la gara 2019?

Stefano Manzi riporta il marchio MV Agusta in pole per la prima volta dopo 44 anni. L'anno scorso a Valencia chiuse 4°, miglior risultato personale.

15 novembre 2020 - 9:46

Le Mans 1976, Giacomo Agostini in 350cc. Da tanto mancava il marchio MV Agusta in testa ad un turno di qualifiche. Ci ha pensato Stefano Manzi, che ha messo tutti in riga sabato a Valencia-2 con un 1:34.418, alias il nuovo record assoluto della pista per la classe Moto2. “L’importante è la gara, piedi per terra” ha sottolineato il team manager Milena Koerner, ma certo è un risultato che porta una bella iniezione di fiducia per pilota e per Forward Racing, oltre certo allo storico marchio.

“Nelle FP3 ero 9°, ma a soli due decimi dal primo” aveva dichiarato Manzi. “Sapevo che nel pomeriggio potevo fare una buona qualifica e magari stare più avanti possibile. All’inizio non ero velocissimo, poi sono riuscito a fare un giro davvero fatto bene, perfetto.” Ecco così la storica pole position Moto2. “Sono davvero molto contento, ma rimaniamo concentrati.” L’anno scorso proprio a Valencia ha centrato il miglior risultato personale, un 4° posto. Perché non pensare di provare a fare ancora meglio…

“Stefano ha dimostrato che questa è la sua pista, e un po’ anche la sua moto” ha aggiunto il team principal Giovanni Cuzari. Oltre a ringraziare tutte le persone che fanno parte della squadra. Non ci si esprime per la gara, ma “In ogni caso questa è una pagina di storia che siamo riusciti a scrivere tutti insieme.” “Stefano ha mostrato un buon ritmo per tutto il weekend, ci auguriamo di ripetere la gara dello scorso anno” ha concluso Koerner.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi in Argentina

Valentino Rossi: “Diego Armando Maradona nell’elite di tutti gli sport”

moto2 moto3 jerez

Moto2-Moto3, la stagione 2021 è già cominciata con i primi test

MotoGP, Joan Mir champion 2020

MotoGP, Joan Mir: “Ho soffiato il podio n°200 a Valentino Rossi”