marini moto2

Moto2, Luca Marini vice-campione 2020: “Gardner gara mostruosa”

Luca Marini, 2° posto iridato nella sua ultima stagione Moto2. "Chiudiamo a testa alta." Nel 2021 lo attende la MotoGP. "Un grande traguardo, non vedo l'ora."

24 novembre 2020 - 19:04

Si chiude con il secondo posto iridato l’ultima stagione Moto2 di Luca Marini. Non è riuscito a conquistare il titolo prima del passaggio in MotoGP, ma non ha particolari rammarichi per l’obiettivo mancato per soli nove punti. Il 2020 è stato senza dubbio il suo anno migliore nel Campionato del Mondo: a referto tre vittorie (come Bastianini e Lowes), altri tre podi e due pole position. Assieme al compagno di box Bezzecchi infine porta il titolo a squadre in Sky V46.

L’ultima della stagione è stata vissuta da vero protagonista. Secondo in griglia di partenza, realizza un’ottima partenza e si porta presto al comando della corsa. A lungo detta il passo, a caccia della quarta vittoria stagionale e quindi di qualche speranza in più in ottica iridata, in base anche ai risultati dei rivali. Ma il colpo non riesce: nei giri finali viene ripreso da uno scatenato Gardner, che non gli lascia troppe possibilità di ribattere. Arriva infine un altro podio, un 2° posto che consolida il vice-campionato.

“Sono contento della stagione, soprattutto perché ho sempre dato il 100% in ogni turno, in ogni gara, in ogni curva” ha sottolineato Luca Marini alla fine del GP del Portogallo. “Certo mi sarebbe piaciuto vincere quest’ultima gara, ma Remy ha fatto una corsa senza senso, davvero mostruosa. Non so come sia riuscito ad essere così veloce. Io ho provato ad attaccarlo in ogni curva, ma non è bastato. Alla fine comunque è un secondo posto, un altro podio. Chiudiamo l’anno a testa alta, ci siamo davvero divertiti.”

“Abbiamo vinto insieme, commesso errori insieme, alcuni pagati molto. Ringrazio tutti i ragazzi della squadra, sono stati fantastici. Ma anche la mia famiglia, la mia ragazza, la VR46 Academy per il supporto.” Come detto, l’anno prossimo lo ritroveremo in MotoGP, con la Ducati di Esponsorama Racing e l’appoggio sempre di Sky VR46. “Una bella opportunità, un grande traguardo: non vedo l’ora di cominciare.”

1 commento

fzanellat_12215005
22:16, 24 novembre 2020

Marini può mangiarsi le mani per aver sprecato l’occasione della carriera.
Dopo Barcellona era in testa alla classifica con
15 punti su Bestia e 45 nei confronti di Lowes.
Sembrava veramente l’anno buono,ma è
arrivata la caduta di Le Mans a guastare i piani.
Da quel momento 5 gare e 1 solo podio.
Bezzecchi gli ha dato parecchio filo da torcere
e le 5 vittorie complessive( 3 Luca e 2 Bezz)
indicano che la moto era la più competitiva della
stagione.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

raul fernandez moto2

Moto2 GP Portimao: che gara di Raúl Fernández, Lowes subito out!

MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, Enea Bastianini: “Bella soddisfazione essere il primo rookie!”

quartararo motogp

MotoGP GP Portimao: Quartararo inarrestabile, Bagnaia 2° in rimonta