jorge martin moto2

Moto2: Jorge Martín, ultime gare prima della MotoGP. “Ducati l’opzione migliore”

Jorge Martín, ultimi tre GP Moto2 prima di iniziare il sogno in MotoGP. Dopo la positività, ora vuole solo chiudere al meglio la complessa stagione 2020.

30 ottobre 2020 - 16:55

Senza la positività al coronavirus, avremmo anche Jorge Martín tra i maggiori candidati al titolo Moto2? Difficile dirlo in quella che si sta rivelando una stagione davvero imprevedibile. Sta di fatto che comunque i due zeri arrivati per motivi di salute certo non ci volevano, soprattutto dopo una bella vittoria ed un secondo posto (per un famoso passaggio sul verde…). L’alfiere Red Bull KTM Ajo arriva agli ultimi tre GP stagionali con 73 punti di ritardo dal capoclassifica, davvero tanti ormai da recuperare. Ma l’importante è chiudere l’anno al meglio, prima del passaggio in MotoGP con Pramac Ducati.

“Non avevo fatto niente di strano” ha sottolineato Jorge Martín, parlando in un’intervista ad AS della sua positività al Covid. “Credo sia successo in Andorra, ma chissà dove. Prima se l’è preso la mia ragazza, poi io e la mia famiglia.” Fortunatamente l’ex campione Moto3 è stato sempre asintomatico, ma ha dovuto saltare per forza il doppio round a Misano. È stato lui il primo caso tra i piloti, a cui sono seguiti Valentino Rossi e Riccardo Rossi, ma non sono mancati anche altri positivi tra ingegneri, meccanici, personale Michelin e Dorna. “Può succedere a chiunque” ha ammesso Martín. “È una situazione che nessuno si aspettava, con cui però dobbiamo convivere.”

Tornando alla domanda iniziale, sarebbe anche lui ancora in lotta per il titolo? “Non so, ho commesso vari errori anche una volta tornato… Ora voglio solo dimostrare che mi merito la MotoGP.” L’anno prossimo infatti compirà il salto di categoria, affiancando Johann Zarco in Pramac Racing. “Ducati era l’opzione migliore per me” ha dichiarato Martín, che come possibile punto di riferimento guarda ad un ex compagno di squadra, Francesco Bagnaia. “In Moto3 aveva qualcosa in più di me come passo in curva, ma siamo entrambi gran frenatori. Si sta adattando bene, spero succeda lo stesso a me.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Alex Briggs

Alex Briggs, ultimo saluto a Valentino Rossi e alla MotoGP (o forse no)

MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Siamo stati bene con Andrea Dovizioso”

binder motogp

MotoGP, Brad Binder: “Chiedo scusa al team per i tanti errori”