bezzecchi diggia vietti - moto2

Moto2, italiani in Qatar: Bezzecchi doppio 4°, il podio di ‘Diggia’, i rookie

Come sono andati i nostri ragazzi Moto2 in Qatar? Bezzecchi il migliore, podio per Di Giannantonio, Vietti best rookie... Ma non solo. Tutti i risultati.

9 aprile 2021 - 17:47

Dopo i primi due Gran Premi della stagione Moto2 2021, analizziamo come sono andati i nostri portacolori. La classifica ci dice che i migliori in Qatar sono stati Marco Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio, con quest’ultimo anche con un podio a referto. Ma anche alcuni esordienti si sono comportati bene, soprattutto Celestino Vietti, che non ha sfigurato in particolare nella ‘replica’ di domenica scorsa, ma anche Tony Arbolino. Ricordiamo, in totale sono dieci i nostri portacolori in azione nella classe intermedia del Motomondiale: vediamo com’è iniziata la loro stagione.

Marco Bezzecchi 

L’alfiere Sky VR46, 4° iridato nel 2020, viene visto come uno dei favoriti per questo campionato. Ha lasciato il Qatar con un doppio quarto posto: il primo arrivato perdendo la battaglia per il podio con Di Giannantonio, il secondo di costanza, dopo aver tentato di seguire il trio di testa. I suoi migliori risultati di sempre in Qatar, ma Bezzecchi in primis non è soddisfatto. “Ci manca sempre qualcosa” è stato il suo commento alla fine del GP di Doha di domenica scorsa. L’italiano vuole molto di più, a partire dal prossimo evento a Portimao (ai piedi del podio l’anno scorso).

Fabio Di Giannantonio 

Inizio di stagione a due facce per il pilota Gresini Racing. Nell’evento inaugurale è arrivato un emozionante terzo posto, conquistato di forza dopo una bella battaglia con Bezzecchi. Un podio che alla squadra mancava da tanto, per il quale non è mancata la dedica allo scomparso boss Fausto Gresini. Nel secondo evento del 2021 invece problemi di grip e sul dritto non hanno permesso a Di Giannantonio di provare a ripetere quanto fatto sette giorni prima. Si cerca già il riscatto a Portimao, su una pista che l’anno scorso non gli ha sorriso (a referto un ritiro).

Celestino Vietti 

Per il momento è il miglior rookie per quanto riguarda i nostri colori, il 2° guardando la classifica generale (davanti a lui solo Raúl Fernández). Due gare di crescita per l’esordiente del team Sky VR46: 12° nella prima gara della stagione, gran 7° nella corsa di domenica scorsa. Una rimonta dalla 18^ casella in griglia che ha sorpreso lo stesso Vietti e che gli permette di essere appena dietro ai due più esperti colleghi citati in alto. Certo sono solo due Gran Premi, ma come inizio decisamente non è male.

Stefano Manzi 

Due gare molto differenti anche per Manzi, quest’anno passato nelle file di Pons Racing. A referto un mesto 19° posto nella corsa inaugurale di questa stagione 2021, frutto di una partenza molto arretrata. Va già meglio invece nel secondo evento: 11° in griglia di partenza, riesce a risalire fino a conquistare una buona ottava piazza. “Peccato, sul finale abbiamo perso qualche posizione” è stato il commento dell’italiano. Sottolineando poi che “È da qui che dobbiamo ripartire a Portimao.”

Tony Arbolino 

Arriviamo ad un altro dei nostri esordienti della categoria. Il vice-campione Moto3 in carica ha chiuso appena fuori dai punti nella gara di debutto, per poi migliorarsi sensibilmente nella seconda corsa. Scattato 20° in griglia dopo una qualifica complessa, Arbolino taglia il traguardo in 11^ posizione, ad appena 13 millesimi dalla top ten chiusa da Fabio di Giannantonio. “Ho imparato molto, soprattutto dove sorpassare e dove lavorare per migliorare. Possiamo lottare con i piloti veloci” ha sottolineato il #14 alla fine del secondo GP.

Lorenzo Dalla Porta 

Inizio di stagione un po’ complesso per l’iridato Moto3 2019, l’ultimo italiano in zona punti. Dopo una stagione d’esordio piuttosto difficile, c’è la determinazione a fare decisamente meglio. Dalla Porta ha chiuso in 18^ piazza il primo Gran Premio, per poi riuscire ad agguantare la zona punti nella ‘replica’ di sette giorni dopo. È arrivato infatti un 14° posto, comunque un passo avanti rispetto alla gara precedente. “Mi sono divertito in sella, possiamo fare di meglio e passo dopo passo ci stiamo avvicinando ai nostri obiettivi.” Un punto di partenza per le gare a seguire.

Nicolò Bulega 

Non sono arrivati punti per lui nei primi due GP stagionali, dai quali ci si aspettava ben di più. Difficoltà di varia natura per il pilota Gresini Racing, che per il momento ha messo a referto un 22° ed un 17° posto nei due eventi di apertura del 2021. Una prima corsa condizionata da un guaio ad una gomma, la seconda invece l’ha visto faticare a causa di un altro problema tecnico. La prossima settimana si va a Portimao, Bulega cercherà da subito il riscatto.

Yari Montella 

Arriviamo all’ultimo esordiente per i nostri colori, il Campione Europeo di categoria in carica. Come per tutti i rookie, non è mai facile il debutto a livello mondiale. Montella ha chiuso 20° nel primo GP del Qatar, 18° invece sette giorni dopo per il Gran Premio di Doha. “Ci manca ancora qualcosa” ha sottolineato l’alfiere Speed Up alla fine della seconda gara. “Sappiamo dove soffriamo, ma stiamo facendo fatica a risolvere il problema. Ora però siamo concentrati su Portimao.”

Lorenzo Baldassarri 

Partenza di stagione piuttosto sottotono per il pilota MV Agusta Forward. Lo ricordiamo, su una pista sulla quale era sempre salito sul podio nelle tre annate precedenti, vincendo nel 2019. Il suo campionato 2021 inizia invece senza punti a referto: una caduta nella prima gara, a cui segue un 20° posto ottenuto nel GP di domenica scorsa. In questa seconda circostanza, da segnalare un contatto con un pilota ed in seguito una Long Lap Penalty. Non proprio quanto ci si aspettava, ma si cerca il pronto riscatto in Portogallo.

Simone Corsi/Tommaso Marcon 

Di Corsi possiamo dire ben poco, visto che il suo inizio di stagione al momento si è fermato nella Q1 del primo GP, quando ha riportato la frattura del polso. Nel secondo evento del 2021 è subentrato l’esordiente Marcon, terzo pilota MV Agusta Forward ingaggiato per una serie di wild card europee quest’anno. La sua stagione invece è iniziata in anticipo e su una pista a lui sconosciuta, purtroppo con poca fortuna. La sua gara infatti si è chiusa molto presto a causa di un problema tecnico che l’ha inevitabilmente fermato e costretto al ritiro. Sarà ancora lui a sostituire Corsi a Portimao (in questo caso, un tracciato che già conosce).

Foto: Sky VR46/Gresini Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Luca Marini a Le Mans

MotoGP, Luca Marini: “Mio fratello Valentino Rossi non dovrebbe stupirsi”

MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Lin Jarvis: “Morbidelli non ha una Yamaha da museo”

bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Marquez contro l’holeshot? Forse perché…”