bastianini moto2 test jerez

Moto2, Enea Bastianini: “Sempre un buon feeling a Jerez”

Remy Gardner, Enea Bastianini e Thomas Lüthi protagonisti della prima giornata di test ufficiali a Jerez. I commenti dei primi 3 in Moto2.

20 febbraio 2020 - 9:26

Tre piloti in particolare si sono distinti nella prima giornata di test Moto2 a Jerez. Parliamo di Remy Gardner, Enea Bastianini e Thomas Lüthi, che hanno occupato le prime tre posizioni in classifica combinata. Il primo ha chiuso con un crono al di sotto del record assoluto del tracciato, discorso valido anche per l’italiano, poco lontano il pilota Intact GP. Un inizio promettente per quella che sarà la seconda stagione col motore Triumph. I test continuano anche giovedì e venerdì dalle 10:00 alle 18:00. La programmazione

Un inverno per nulla semplice quello vissuto da Remy Gardner. Il figlio d’arte infatti è finito sotto i ferri per rimuovere parecchio materiale applicato a gambe e caviglia dopo un importante infortunio in allenamento. “Diciannove viti, due placche ed un chiodo intramidollare” ha specificato lo stesso pilota SAG Team. Un lungo periodo di riposo quindi, prima di cominciare a prepararsi per la nuova stagione. Questi test però sono iniziati in maniera positiva: “Sto lavorando anche con un nuovo capotecnico. Certo, teniamo i piedi per terra, ma niente male come tempo. Mancano ancora due giorni, abbiamo molto lavoro da fare.”

Enea Bastianini invece riparte sempre con Italtrans Racing dopo la stagione d’esordio. Secondo miglior rookie nel 2019, ma ora si cercano sensibili passi avanti in questa seconda annata in Moto2. Il primo giorno di test a Jerez l’ha visto chiudere al comando nella seconda sessione, poi 2° in classifica combinata. Anche il suo miglior crono è al di sotto del record del tracciato. “Mi sono concentrato soprattutto sul nuovo freno motore e sul software” ha dichiarato il pilota di Rimini. “C’è stata poi qualche modifica alle sospensioni, ma niente di importante. Lavoreremo di più su questo aspetto nella seconda giornata. Il feeling con la moto a Jerez è sempre buono.”

Dopo una ‘annata di ritorno’, promette di essere ancora protagonista della categoria. Thomas Lüthi ha stampato il terzo miglior crono nella prima giornata di prove a Jerez. “Sono davvero contento” ha dichiarato con un largo sorriso l’alfiere Intact GP dopo le prime tre sessioni. Da ricordare che è stato uno dei protagonisti dei test privati svolti a Jerez la scorsa settimana. “Una buona preparazione, abbiamo iniziato bene. Il feeling con la moto è stato ottimo fin da subito, sono riuscito a mantenere costantemente un ritmo competitivo. Il meteo dovrebbe mantenersi sempre buono, una bella notizia per noi: abbiamo ancora tante cose da provare.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Kawasaki in top class terza parte, la Ninja ZX-RR 2003-2006

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Ciabatti: “Dovremo affrontare un’emergenza economica”

MotoGP, Pol Espargarò: “Il ritiro di Jorge Lorenzo era una scusa”