Moto2, GP Qatar 2020

Moto2 e Moto3, chi sono i favoriti nel 2020?

Moto2 e Moto3 promettono battaglia nella stagione 2020. Diversi i favoriti per la lotta al titolo iridato: buone chance per Dalla Porta e Arbolino.

26 maggio 2020 - 19:36

Com’è la situazione nelle categorie minori del Motomondiale? In Moto2 non correrà più il campione in carica, ovvero Alex Márquez. Ma anche Brad Binder e Iker Lecuona, che faranno il salto in MotoGP. Ebbene, adesso tutti gli appassionati si stanno chiedendo chi possano essere i piloti favoriti nella corsa al titolo 2020. Situazione ancora più complessa se guardiamo la categoria Moto3, visto che abbiamo sempre tanti ragazzi in aperta contesa in tutte le gare. Vediamo chi possono essere i principali protagonisti di questa stagione.

La situazione in Moto2

La Moto2 rappresenta una di quelle categorie in cui i valori in pista sono sempre stati particolarmente livellati. Di conseguenza, è uno dei campionati in cui è più facile che ci siano delle sorprese nel corso della stagione. Al tempo stesso, chiaramente, gli addetti ai lavori sono convinti che, anche nella stagione che dovrebbe prendere il via a luglio, ci sarà comunque qualche conferma rispetto allo scorso campionato.

Uno dei favoriti risponde al nome di Augusto Fernández. Un altro pilota spagnolo, che era in lotta per il titolo l’anno scorso, fino a quando degli errori l’hanno fatto scivolare più indietro in classifica, anche se tre vittorie, due podi e pure una pole position rappresentano un bel biglietto da visita in vista del Mondiale 2020. E, poi, sarà alla guida di una KALEX, ovvero il costruttore campione nella stagione 2019.

Ovviamente, è impossibile escludere dalla corsa al titolo un pilota come lo svizzero Thomas Lüthi, visto che nel 2019, nonostante un rientro piuttosto difficile, ha collezionato una vittoria, 7 podi e, tranne due ritiri, si è sempre piazzato tra i primi 8. Un altro pilota di cui si attende la definitiva consacrazione è Jorge Navarro che, con maggiore costanza, si potrebbe rivelare la sorpresa del 2020. Infine, servirà certamente maggiore costanza da parte dei piloti italiani Marini e Baldassarri per poter essere finalmente competitivi fino alla fine per vincere il titolo.

La situazione in Moto3

In Moto3, in realtà, tra i piloti considerati come favoriti nella corsa non ci sono sostanziali variazioni rispetto a chi si dava battaglia nella scorsa stagione. È chiaro che tra i nomi dei favoriti non si può non inserire quelli che hanno lottato fino all’ultimo nello scorso anno con Lorenzo Dalla Porta. Ad esempio Tony Arbolino, che ha vinto al Mugello e in Olanda nel 2019.

Non si può dimenticare anche Jaume Masiá, uno dei protagonisti dell’ultima stagione, in cui solamente i tipici problemi di gioventù legati all’inesperienza l’hanno portato progressivamente a staccarsi dalle prime posizioni e dalla lotta per il titolo. Nel 2020, con un po’ di costanza in più, potrebbe essere il vero e proprio outsider.

Difficile, poi, prima della stagione azzardare altri nomi e porli tra i favoriti, dal momento che la Moto3 è sempre stata una di quelle categorie in cui non c’è un dominatore assoluto. Ma sono vari piloti che si spartiscono le vittorie nel corso della stagione. Ecco spiegato il motivo per cui, solamente con l’avanzamento della stagione si possono avere delle idee leggermente più chiare sui piloti che si contenderanno realmente il titolo. Dalle prime gare, infatti, arriveranno sicuramente indicazioni importanti in tal senso. Tra gli esordienti nella categoria c’è un solo italiano, Davide Pizzoli, più altri piloti interessanti, come Dupasquier, Alcoba, Öncü, Kunii e Yamanaka.

Le quote in Moto2 e in Moto3

Anche i bookmaker sono d’accordo che il pilota di origini svizzere Thomas Lüthi tenterà ancora una volta l’assalto al titolo mondiale, ma in realtà rispetto alla MotoGP le carte potrebbero essere sparigliate molto più facilmente. Come dimostrano anche le quote delle principali piattaforme online che si occupano di scommesse sportive, ad esempio il casino NetBet.

In Moto2 Lüthi viene visto come uno dei favoriti insieme a Marini e Navarro. Questi sono i tre piloti con quota compresa tra 4,5 e 6 volte la posta in gioco. Più alte le quote di Baldassarri e Martín, così come di Nagashima, Bastianini e Roberts. Discorso simile in Moto3, dove Arenas, Arbolino, Masiá, McPhee e Rodrigo sono considerati i favoriti, con quote che vanno da 6 fino a 7,5 volte la posta in palio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez operato per la terza volta: intervento durato 8 ore

Carlos Checa

MotoGP, Carlos Checa: “In Ducati non c’era l’atmosfera migliore”

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: perchè la stangata è stata inevitabile